Valve a processo per lo Steam Controller: accusata di violazione di brevetto

Valve Corporation, l’azienda titolare di Steam, è sotto processo negli Stati Uniti per un’accusa di furto di brevetto che riguarda lo Steam Controller. La grande azienda avrebbe infatti violato il brevetto di un’azienda più piccola, la Ironburg Inventions, che ha accusato Valve di aver utilizzato una propria invenzioni per il controllo posto sul retro dello Steam Controller. Un controller che dopo un boom di acquisti, è “crollato” sotto il peso di sé stesso: giudicato poco funzionale, è stato ritirato dal mercato dalla stessa Valve.

DAL NOSTRO NETWORK
[crp]
[wp-rss-aggregator category="videogame"]

L'offerta del giorno
Uomo Buongiorno Belin Maglietta Frase Divertente Uomo Genovese Maglietta
  • Frase Tee Shirt: Buongiorno un belin. Magliette con scritte divertenti e frasi originali, ironiche e simpatiche. Maglie per uomo e ragazzo. Marca LUMOMIX.

Ad aggiungere ulteriore curiosità alla questione, il fatto che il processo sia in corso di svolgimento su Zoom: il procedimento è iniziato a distanza martedì scorso, per le conseguenze della pandemia da coronavirus, con i giudici che hanno sede nei locali presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale di Washington. La notizia è stata diffusa dal portale Law360.


L'offerta del giorno
fashwork Tazza divertente Buongiorno un ca**o ironica simpatica Mug 11oz
  • TAZZA DIVERTENTE: Tazza Regalo divertente uomo donna compleanno beer frasi divertenti ironiche

Valve a processo per lo Steam Controller: accusata di violazione di brevetto

Valve, secondo i legali della Ironburg, era stata avvertita della violazione nel 2014. Nonostante questo ha proceduto senza esitazioni alla vendita di una somma di esemplari (che si è rivelata essere alla fine di 1.6 milioni) senza modificare il controller né coinvolgere la Ironburg nei proventi – secondo quest’ultima – illecitamente raccolti. “Valve sapeva che la sua condotta comportava un rischio irragionevole di violazione, ma ha semplicemente proceduto a violare comunque”, ha detto l’avvocato della Ironburg Inventions, Becker.

Ovviamente Valve rigetta pienamente le accuse riferendo che le immagini di riferimento della Ironburg sono state alterate, e che i tasti utilizzati da Valve sono completamente differenti da quelli elaborati dalla Ironburg. Che ha però dalla sua una carta: la vendita del brevetto (il numero 8.641.525.) a Microsoft per l’implementazione di quei tasti sui nuovi controller dell’Xbox, venduti anche a 150 dollari l’una. Una storia da milioni di dollari, quindi, che coinvolge più parti.