Perchè lo zucchero fa male ai denti? Ecco la spiegazione. Fate attenzione! 

Perchè lo zucchero fa male ai denti? Ecco la spiegazione. Fate attenzione! 

Lo zucchero è senza dubbio il più invitante dei dolcificanti. Lo si usa per preparare dolci, merende, per addolcire la colazione. Allo zucchero però, bisogna fare attenzione: questo perché, se assunto in quantità esagerate, può creare problemi all’organismo e, soprattutto, alla dentatura. Perchè lo zucchero fa male ai denti? Ecco la spiegazione.

Zucchero e problemi

Chi è genitore controlla sempre che i bambini non mangino troppo zucchero e, soprattutto, si lavino sempre bene i denti almeno due volte al giorno, dopo i pasti principali. I bambini entro i sei anni sono i soggetti più a rischio di carie per cui l’educazione all’igiene orale è fondamentale. Ma perché lo zucchero fa male ai denti?

Mangiare zucchero favorisce la produzione di un acido che rende la cavità orale un focolaio di batteri, questi responsabili della formazione della carie. Questo acido contribuisce alla nascita della placca sui denti, che indebolisce lo smalto e causa la carie. Ogni volta che mangiamo un alimento con lo zucchero tra gli ingredienti, esponiamo i nostri denti al pericolo causato da questi acidi.

Se il mal di denti è già in atto poi, lo zucchero non fa altro che peggiorarlo. In particolare, lo zucchero raffinato che troviamo nel caffè, nei biscotti e nei succhi di frutta si rivela un agente infiammatorio che può scatenare un terribile attacco di mal di denti. Le carie scoprono i nervi dentali e, quando si assaporano cibi dolci, lo zucchero si scioglie nella saliva, penetra nel dente e sviluppa una reazione insieme alle proteine che rivestono la guaina dei nervi, creando infiammazione e dolore.

Lo zucchero fa male ai denti, fate attenzione! I più pericolosi per la nostra bocca sono il saccarosio e il glucosio, appartenenti alla categoria degli zuccheri semplici. Il saccarosio si trova in una vasta quantità di alimenti come bevande gassate, dolci, cereali. Notevolmente insidioso è poi il caramello, che si cristallizza nel cavo orale a contatto con lo smalto, aprendo le porte alla carie.

Come limitare i danni

Come si possono limitare i danni ai denti causati dall’ingestione di zucchero? Se proprio non si può resistere all’attrattiva dello zucchero, si può iniziare a cambiare il proprio comportamento orientando gli acquisti su prodotti privi di questo ingrediente o preparati con dolcificanti naturali come la stevia.

In ogni caso è bene limitare il consumo di zuccheri, soprattutto nel caso dei bambini, i soggetti più esposti al rischio di carie, che, fin da molto piccoli, andrebbero abituati a mangiare la frutta per merenda al posto degli snack dolci. 

Per salvare i denti, si dovrebbe dimezzare la quantità di zuccheri ingeriti, cioè passare dal 10% al 5% come quantità giornaliera.