Procura militare apre un fascicolo d’indagine sull’ex ministro Trenta

È stato definito come “atto dovuto” l’apertura di un fascicolo a “modello 45”, il registro al cui interno vanno
le indagini senza notizia reato, contro Elisabetta Trenta, ex Ministro della Difesa del primo esecutivo Conte.
L’ex Ministro, una volta terminato il suo mandato, avrebbe dovuto restituire l’appartamento di servizio, sito
in Zona San Giovanni a Roma e grande 200mq. La restituzione non è avvenuta grazie al fatto che il marito
dell’ex Ministro, militare col grado di Maggiore dell’Esercito (Claudio Passarelli), al termine del mandato
della moglie ha fatto richiesta di assegnazione dello stesso appartamento, richiesta successivamente
accettata.
L’appartamento dunque, al momento, è assegnato al marito della Trenta ma per ovvie ragioni l’utilizzo è
ancora effettuato dall’ex Ministro, un utilizzo che non dovrebbe avvenire a mandato scaduto. Trenta,
interrogata dai giornalisti, ha dichiarato che “non c’è nulla di sbagliato poiché la richiesta è stata
correttamente fatta da mio marito il quale ne ha diritto” aggiungendo anche che ogni mese viene elargito
un pagamento di 540€ per l’affitto della casa. Inoltre, ha aggiunto Trenta, la sua vita attualmente,
nonostante non sia più Ministro in carica, è ancora una vita “di relazioni” per la quale è necessario il
possesso di un appartamento “grande e posto in luogo sotto sorveglianza”
Nonostante queste dichiarazioni l’ex Ministro è stata ripresa e criticata dagli avversari politici ma anche dai
suoi compagni di partito, tra cui anche Luigi Di Maio il quale sostiene che Trenta debba lasciare la casa
immediatamente poiché “un simile atteggiamento non è consono al Movimento 5 Stelle ed ai suoi principi
di legalità e rifiuto dei privilegi”.
Alcuni stanno accostando questa vicenda a quella di Emanuele Dessì, il Senatore del Movimento il quale
vive in una casa popolare a Frascati dove sorse, l’anno scorso, una lunga diatriba sull’importo versato dal
Senatore per l’affitto. Quest’ultimo si è detto indignato dall’essere stato tirato in ballo in una vicenda nella
quale non vede dove siano le somiglianze, poiché, come ha dichiarato il Senatore “anche io ho una vita di
relazioni, ma riesco a viverla in 50m.”

Installa

Welcome to Tech Cave

Installa GRATIS
×