Data Warehouse: la fonte della Business Intelligence

Quando si ha un business e si devono condurre delle analisi di mercato, sicuramente la fonte più attendibile per ottenere dei risultati affidabili, nonché garantiti, è un Data Warehouse. Ma esattamente cosa è un Data Warehouse? Perché è così importante usufruirne? E, soprattutto, in cosa differisce da un semplice database?

Installa

Data Warehouse: cos’è

Una Data Warehouse è, come dice la parola stessa, un magazzino di dati. Il tema di questi dati può essere qualunque, poiché lo scopo di un Data Warehouse è proprio quello di fornire delle informazioni riguardo ad un determinato settore, in modo tale che gli imprenditori, impegnati in qualsiasi settore del mercato, possano condurre delle ricerche e delle analisi di mercato così da essere agevolati e supportati durante la fase di decision making.

Perché è utile?

La risposta è molto semplice: per poter prendere decisioni in maniera più efficace. Esistono delle figure specializzate nell’analizzare i dati all’interno di un Data Warehouse, ovvero gli analisti che, attraverso precisi strumenti di Business Intelligence, riescono a dare una forma all’intricata tela formata dai dati, fornendo così i mezzi adatti a condurre delle ricerche su quella determinata fetta di dati riguardanti un preciso settore o business. Ciò aiuta gli imprenditori ad avere degli strumenti per capire nel modo migliore possibile quel determinato business, ma anche ad avere informazioni migliori riguardo alla propria azienda, così da potenziare la fase di decision making.

Qual è la differenza tra database e data warehouse?

In un primo momento, può sembrare che un semplice database e un data warehouse siano molto simili, se non uguali, visto che la funzionalità principale di entrambi è proprio quella di immagazzinare dati. Ma la differenza c’è, ed è anche molto importante. Infatti, un database serve sì ad immagazzinare i dati, ma il modo in cui viene fatto e il modo in cui i dati vengono estrapolati avvengono in tempo reale così da poter avere un accesso molto rapido ai processi chiamati OLTP, Online Transaction Processing, ovvero sistemi che permettono di avere un accesso immediato alle cosiddette transazioni. Un data warehouse, invece, si basa su sistemi OLAP, Online Analytical Processing, dunque l’analisi e l’estrapolazione dei dati avviene in maniera multidimensionale, ovvero, l’utente che andrà a vedere i dati di un data warehouse, riceverà un’analisi completa di quel dato sotto diversi punti di vista così da poter affrontare un processo di decision making più facilmente.

La sicurezza dei dati è garantita?

Assolutamente sì. Infatti ogni dato conservato all’interno del Data Warehouse può avere valenza legale, anche se sono non sono documenti ”concreti” o ”fisici” la loro validità può essere legale, tanto da poter anche essere utilizzato in caso di contenzioso o in giudizio, purché rispetti determinate caratteristiche come l’integrità, la qualità, la sicurezza, ecc.

In conclusione…

Nella fiorente era della tecnologia che stiamo vivendo, è praticamente diventato necessario affidarsi ad uno strumento potente come un Data Warehouse. Che sia per analizzare un nuovo business o per esaminare l’andamento della propria azienda, un Data Warehouse è la scelta migliore per affrontare il processo di decision making nella maniera più smart. Ma non solo, data l’enorme mole di dati presenti nei cloud, un settore in enorme sviluppo è quello del Data Mining che automatizza il processo di analisi dei dati, aiutando ancora di più gli imprenditori che utilizzano queste tecnologie per studiare il mercato e migliorare, ad esempio, i target di vendita, tramite l’individuazione di pattern precisi in mezzo a grandi ed intricate quantità di dati.

Welcome to Tech Cave

Installa GRATIS
×