Quanto costa il tampone? Ecco tutta la verità

Quanto costa il tampone? Ecco tutta la verità

All’inizio dell’epidemia che ha stravolto la vita del mondo inter, fare il tampone per sapere se si era positivi o no al coronavirus era un’impresa ardua in Italia, o almeno in molte Regioni. Nel Lazio ad esempio si è vietato alle strutture private di effettuare tamponi nasofaringei, e l’unico modo per poter fare il tampone era dietro prescrizione medica per presenza di sintomi riconducibili al Covid-19 o contatti a rischio con persone risultate positive.

Adesso le cose sono nettamente cambiate, perchè con l’aumento dei contagi, l’inizio della stagione influenzale, l’obbligo di tampone per chi torna da alcuni Paesi esteri, c’è molta più richiesta e necessità di sottoporsi al tampone. Ecco che è stata potenziata la rete di drive-in e viene concesso anche ai centri privati di eseguire i tamponi (ma solo quelli antigenici, o rapidi): basta prenotare l’appuntamento e pagare.

Dove si fa il tampone?

Ogni Regione ha previsto un apposito portale per la prenotazione del test presso le strutture pubbliche (aeroporti compresi), ma è comunque possibile fare il test presso una struttura privata. Vediamo allora qual è la procedura da seguire, a chi bisogna rivolgersi e quanto costa.

Cos’è il tampone per il Covid-19

Il test con cui si rileva la presenza del coronavirus nell’organismo è un tampone faringeo. Si tratta di un esame che viene eseguito in pochi secondi tramite una sorta di lungo cotton-fioc con un materiale sintetico all’estremità.

Solitamente questo viene inserito nella bocca (tampone oro-faringeo), mentre in alcuni casi anche nel naso (naso-faringeo). Nel dettaglio, quando il tampone viene effettuato per via orale viene strofinato leggermente sulla mucosa del faringe posteriore; nel naso, invece, il tampone viene infilato nelle narici e si procede fino alla parete posteriore del rinofaringe. Non fa male, al massimo un po’ di fastidio.

Si tratta di un test piuttosto semplice da eseguire; è bene ricordare, però, che può farlo solamente il personale addestrato e protetto da mascherina, guanti, occhiali e camice monouso.

Una volta effettuato il test, il materiale viene sigillato ermeticamente e sottoposto ad un’analisi biochimica con la quale si andrà ad accertare la presenza di SARS-CoV-2 nel campione.

Quanto costa fare il tampone

Il costo del tampone per il coronavirus è a carico del Servizio Sanitario nazionale, quindi è gratis per il cittadino che vi si sottopone. Nel caso di tampone effettuato da un privato, il costo può andare da 60 a 120 euro, ma in alcuni casi può arrivare anche a 200 euro. In media si paga un centinaio di euro.

Il costo è quindi abbastanza elevato, per questo si consiglia di fare il tampone solo se c’è vera necessita senza farsi prendere dal panico e correre a prenotarlo anche quando si avvertono sintomi di una semplice influenza.