Lire rare: valgono fino a 4.500 euro le dieci lire del 1947

Conosci le monete rare che valgono un patrimonio. Ci sono monetine che potrebbero valere una piccola fortuna ma non tutti lo sanno. Noi ti sveliamo cosa fare per accumulare un piccolo risparmio con le monte rare.

Installa

Cosa sono le monte rare? Le monete rare sono uno strumento inaspettato tramite il quale si può anche guadagnare. Le acquistano i collezionisti ma si possono anche vendere ai negozi specializzati in antiquariato e numismatica. Se si trova la moneta rara particolare si possono anche avere delle entrate spesso molto interessanti. In genere queste monete più sono scarse e in buone condizioni e più il loro valore sale.

Le dieci lire del 1947 che valgono un patrimonio

Avete in casa monetine da 10 lire? Ae a casa avete le dieci lire del 1947 con un rametto di olivo e un cavallo alato avete fra le mani un patrimonio. Sono davvero da collezione e molto rare. Il loro valore può superare i 4.000 euro. La moneta da 10 lire del 1947 è il pezzo più raro da trovare. E’ stato segnato come R3 e può davvero valere una fortuna. E’ possibile vendere la moneta in buone condizioni intorno ai 1.700 euro. Nello stato di Splendido poco meno di 3.000 euro mentre in Fior di Conio può arrivare a valere anche più di 4.500 euro.

La prima moneta da 10 lire ha visto la luce nel 1946. Viene chiamata anche come 10 lire Olivo perché su una delle due facciate è presente un piccolo ramoscello d’olivo. Nell’altra facciata, invece, si trova Pegaso, il cavallo alato. La moneta è composta da una lega chiamata Italma, misura 29 millimetri e pesa 3 grammi. E’ stata coniata dal 1946 al 1950. L’anno successivo è stata introdotta la 10 lire Spighe. Il primo pezzo, quello di prova ha la scritta PROVA incisa in basso a destra nella facciata riportante l’olivo. La coniazione della moneta di prova è del 1946 e questo pezzo non è collezionabile.

Welcome to Tech Cave

Installa GRATIS
×