Pensione di invalidità: le tre malattie croniche che l’INPS riconosce sono queste

Pensione di invalidità, le tre malattie croniche che l’INPS riconosce sono di livello neurologico, che compromettono lo stato di salute della persona. In questo articolo vi spiegheremo quali sono, come si manifestano e quali diritti sia economici che medici hanno coloro che soffrono di queste malattie.


L'offerta del giorno

Come funziona l’assegnazione della pensione di invalidità

Il nostro sistema fiscale, quando un contribuente è affetto da una malattia fortemente invalidante, garantisce a quest’ultimo un trattamento economico in forma di sussidio. Tale tipo di trattamento segue la logica di tipo assistenziale. Infatti, quando si parla di pensione di invalidità, ci si riferisce ad un trattamento economico che segue strade differenti rispetto alla pensione lavorativa. Proprio perché non si tratta di un assegno di tipo contributivo, è utile sapere che le pensioni di invalidità non diventano reversibili al familiare.


L'offerta del giorno
fashwork Tazza divertente Buongiorno un ca**o ironica simpatica Mug 11oz
  • TAZZA DIVERTENTE: Tazza Regalo divertente uomo donna compleanno beer frasi divertenti ironiche

Quali sono le malattie neurologiche che si considerano ai fini del computo per l’invalidità

Abbiamo chiarito nel paragrafo precedente come funziona l’assegnazione della pensione di invalidità, spighiamo ora quando spetta la pensione di invalidità per queste 3 malattie neurologiche croniche. Come molti lettori sapranno, le malattie neurologiche sono quelle che interessano il sistema nervoso ed interessano differenti funzionamenti dello stesso. L’aggettivo cronico, invece, sta ad indicare le malattie che presentano sintomi che nel tempo non si risolvono. Al contrario, i sintomi possono subire nel tempo peggiorare con una conseguente ricaduta negativa sullo stato di salute globale della persona che ne soffre.

Pensione di invalidità per queste 3 malattie neurologiche croniche:

1) malattie neurologiche a cui si assegna una percentuale di invalidità del 100%: sclerosi multipla EDSS di livello pari o superiore a 6; morbo di Alzheimer con cdr 2-5; demenza vascolare con cdr 2-5; paraplegia; distrofia muscolare di Duchenne; mielomeningocele associato a idrocefalo; tetraparesi con deficit di forza grave; atassia cereberrale. In questi casi, quando il grado di invalidità che l’INPS riconosce è del 100%, allora si ha diritto alla pensione di inabilità, più che di invalidità;


L'offerta del giorno
Offerta
Il calendario del buongiorno 2024. Con leggio in legno f.to 10x14 - L'unico a colori - sul retro ha i fatti del giorno - le curiosità dal mondo - l'unico che si sfoglia a libro
  • Calendario 2024 formato 10 x 14 cm * Leggìo in legno di pioppo * 365 aforismi, i fatti del giorno e curiosità * Ogni mese un disegno diverso * Si sfoglia come un libro stampato tutto a colori

2) malattie neurologiche a cui si assegna un grado di invalidità dal 91% al 100%: morbo di Parkinson stadi più gravi; epilessia con crisi generalizzate o parziali complesse plurisettimanali; miopatia con grave astenia prossimale di grado 5; tetraparesi con deficit di forza media;

3) malattie neurologiche a cui si assegna una percentuale di invalidità variabile tra 81% e 100%: mielomeningocele associato a deficit reticolari lombosacrali e sfinterali; afasia; paraparesi con grave deficit di forza; stati di emiplegia grave.