Addio alla pensione di cittadinanza: ecco cosa succede

Il reddito di cittadinanza è stato uno dei problemi principali da risolvere per il governo attuale, a causa delle promesse elettorali fatte. Questa forma di assistenzialismo economico ha avuto un impatto significativo su diverse categorie di persone in difficoltà, ma ha anche creato problemi nella ricerca di lavoro. Oltre al reddito di cittadinanza, anche la pensione di cittadinanza sarà eliminata dal 1° gennaio 2024 e sarà sostituita dall’assegno di inclusione.


L'offerta del giorno
fashwork Tazza divertente Buongiorno un ca**o ironica simpatica Mug 11oz
  • TAZZA DIVERTENTE: Tazza Regalo divertente uomo donna compleanno beer frasi divertenti ironiche

L’assegno di inclusione è una nuova forma alternativa alla pensione di cittadinanza, ma presenta delle differenze sostanziali. Dal 1° gennaio 2024, la pensione di cittadinanza diventerà assegno di inclusione. Cosa cambia?

La pensione di cittadinanza era semplicemente la stessa forma di reddito applicata a categorie di cittadini con disabilità e persone di età pari o superiore ai 60 anni. Dal 2024, questa forma è stata inclusa nell’assegno di inclusione, come per il reddito di cittadinanza.


L'offerta del giorno
Il calendario del buongiorno 2024. Con leggio in legno f.to 10x14 - L'unico a colori - sul retro ha i fatti del giorno - le curiosità dal mondo - l'unico che si sfoglia a libro
  • Calendario 2024 formato 10 x 14 cm * Leggìo in legno di pioppo * 365 aforismi, i fatti del giorno e curiosità * Ogni mese un disegno diverso * Si sfoglia come un libro stampato tutto a colori

Dato che la struttura è comunque simile, chi nel 2023 ha avuto diritto al reddito o alla pensione di cittadinanza potrà molto probabilmente richiedere anche l’assegno di inclusione. I requisiti per l’assegno di inclusione sono che nel nucleo familiare ci siano membri con più di 60 anni, che l’ISEE aggiornato non superi la soglia dei 9.360 euro e che il reddito familiare non superi i 6000 euro, con un aumento fino a 7.560 euro se ci sono disabili, se tutti hanno più di 67 anni o se c’è qualcuno in condizioni svantaggiose e inserito in un programma di cura e assistenza dei servizi socio-sanitari certificato dalla pubblica amministrazione.

Come per il reddito o la pensione di cittadinanza, viene fornita una carta speciale per i pagamenti dei beni di prima necessità, come cibo e altre necessità primarie. È anche possibile prelevare fino a 100 euro al mese. A seconda della situazione lavorativa e strutturale del nucleo familiare, l’assegno di inclusione può variare da 40 a 500 euro al mese come base. Dalla età di 60 anni, non è richiesta la firma che impone l’accettazione di un contratto di lavoro, mentre per i richiedenti tra i 18 e i 59 anni è necessario accettare un contratto di lavoro. L’assegno di inclusione ha una durata di 18 mesi consecutivi e, una volta terminato, è possibile richiedere la stessa formula se i requisiti vengono mantenuti.


L'offerta del giorno
LE HERISSON Tazza MUG Buongiorno un ca**o - REGALO SIMPATICA DIVERTENTE 449
  • TAZZA DI QUALITA’: Le tazze LE HERRISON sono la giusta idea regalo economiche e di alta qualità. Trova la grafica giusta per iniziare la giornata o arreda la tua scrivania con la Mug e usala come frase motivazionale, anche i tuoi colleghi d’ufficio la vorranno.

In conclusione, il reddito di cittadinanza è stato sostituito dall’assegno di inclusione dal 1° gennaio 2024. Questa nuova forma di assistenza economica presenta alcune differenze rispetto alla pensione di cittadinanza, ma mantiene la struttura e i requisiti simili. Chi aveva diritto al reddito o alla pensione di cittadinanza nel 2023 potrà probabilmente richiedere anche l’assegno di inclusione. Quest’ultimo fornisce una carta speciale per i pagamenti dei beni di prima necessità e permette il prelievo di denaro fino a 100 euro al mese. La quantità dell’assegno dipende dalla situazione lavorativa e strutturale del nucleo familiare. L’assegno di inclusione ha una durata di 18 mesi consecutivi e può essere richiesto nuovamente se i requisiti vengono mantenuti.
Continua a leggere su MediaTurkey: Addio alla pensione di cittadinanza: ecco cosa succede