É sempre mezzogiorno | Ricetta lasagne ragù bianco e carciofi di Gian Piero Fava

Le lasagne ragù bianco e carciofi di Gian Piero Fava sono un piatto delizioso che può riscaldare il cuore e deliziare il palato. Questa ricetta unica è stata creata da un rinomato cuoco romano che ha deciso di stupire i suoi ospiti con una combinazione di sapori complessi ma irresistibili. Anche se richiede un po’ di tempo e impegno, il risultato finale vale sicuramente la pena.

Per la preparazione di queste lasagne speciali, avrete bisogno di diversi ingredienti. Tra questi ci sono la pasta, la fonduta, il ragù, i carciofi, il formaggio grattugiato e la besciamella rossa. La pasta viene preparata con rucola, uovo, farina 00, semola e vino bianco. La fonduta richiede latte, brodo vegetale, burro, farina 00 e formaggio grattugiato. Il ragù è fatto con vitello, polpa di maiale, sedano, carota, cipolla, brodo di carne, vino bianco, timo e rosmarino. I carciofi vengono stufati con olio, cipolla rossa, timo e mentuccia. Infine, la besciamella rossa viene aggiunta per completare il piatto.


L'offerta del giorno

La preparazione delle lasagne inizia con la preparazione del ragù. In una padella, si fa soffriggere il trito di sedano, carota e cipolla con un filo d’olio. Si aggiunge il macinato di carne e un mazzetto di erbe aromatiche, e si fa rosolare per qualche istante. Si sfuma il tutto con il vino bianco e si bagna con il brodo di carne. Si porta il tutto a cottura.


L'offerta del giorno
Uomo Buongiorno Belin Maglietta Frase Divertente Uomo Genovese Maglietta
  • Frase Tee Shirt: Buongiorno un belin. Magliette con scritte divertenti e frasi originali, ironiche e simpatiche. Maglie per uomo e ragazzo. Marca LUMOMIX.

Nel frattempo, si puliscono parte dei carciofi e si affettano sottilmente. Si fanno stufare in padella con olio, cipolla rossa, timo e mentuccia. I carciofi rimasti vengono puliti, tagliati a metà e sbollentati in acqua salata per 5 minuti. Successivamente, vengono scolati e ripassati in padella con olio, aglio ed erbe aromatiche.

La fonduta viene preparata facendo sciogliere il burro e unendo la farina. Dopo qualche minuto, si aggiunge il brodo e il latte, e si porta il tutto a bollore mescolando continuamente. Si spegne il fuoco e si unisce il formaggio grattugiato per completare la fonduta.


L'offerta del giorno
Il calendario del buongiorno 2024. Con leggio in legno f.to 10x14 - L'unico a colori - sul retro ha i fatti del giorno - le curiosità dal mondo - l'unico che si sfoglia a libro
  • Calendario 2024 formato 10 x 14 cm * Leggìo in legno di pioppo * 365 aforismi, i fatti del giorno e curiosità * Ogni mese un disegno diverso * Si sfoglia come un libro stampato tutto a colori

Una volta che tutti gli ingredienti sono pronti, si può procedere con la composizione delle lasagne. Si imburra una pirofila e si spennella il fondo con un po’ di vellutata. Si forma uno strato di pasta e si aggiunge la vellutata, il ragù, i carciofi spadellati e una spolverata di parmigiano e pecorino. Questi strati vengono ripetuti fino a completare la pirofila, terminando con uno strato di pasta, vellutata e formaggi grattugiati.

Le lasagne vengono quindi cotte in forno caldo a 180°C per 25 minuti, fino a quando la superficie risulta dorata e croccante. Una volta pronte, si possono servire le lasagne con i carciofi tagliati a metà, sbollentati e rosolati.

Questa ricetta di Gian Piero Fava è una vera delizia per il palato. Le lasagne ragù bianco e carciofi combinano sapori intensi e contrastanti, creando un piatto unico e irresistibile. Se volete provare questa ricetta, potete trovare il video completo su RaiPlay.

Ricordatevi che questo articolo non è il blog o il sito ufficiale delle trasmissioni di cui trascrivo le ricette, ma vuole essere solo un taccuino su cui appuntare ingredienti e procedimenti delle ricette più interessanti. Le immagini delle ricette sono tratte dai siti ufficiali, dallo streaming o dai social dei programmi.

Buon appetito!
Continua a leggere su MediaTurkey: É sempre mezzogiorno | Ricetta lasagne ragù bianco e carciofi di Gian Piero Fava