Grandi novità sulle cartelle esattoriali: la notizia

La pace fiscale annunciata dal nuovo Governo viene generata con lo scopo di aiutare i contribuenti a far fronte ai propri debiti, senza appesantire troppo le cariche delle altre spese. A tal proposito, sono attesi condoni e notevoli diminuzioni di diversi debiti.

Grandi novità sulle cartelle esattoriali: la notizia

Nello specifico, entro il 31 gennaio è annunciato lo stralcio, in automatico, delle cartelle esattoriali di importo non maggiore a mille euro, attinenti al periodo che va dal primo gennaio del 2000 al 31 dicembre 2015. Per quanto concerne, all’opposto, i debiti di importo maggiori ai mille euro e notificate dopo il 2015, è immaginato un piano di pagamento diminuito. Per intenderci sarà possibile regolare la propria posizione nei riguardi del Fisco, soltanto pagando l’importo dell’imposta non corrisposta. Ciò, senza l’aggiunta delle sanzioni e degli interessi sviluppati. In più, nel caso in cui non sia probabile saldare in una sola soluzione, è attesa la possibilità di godere di una comoda rateizzazione.

Ciò vuol dire, che il contribuente potrà prediligere se normalizzare la propria posizione in una sola soluzione, prevista entro il 31 luglio 2023. O anche, in alternativa, preferire di suddividere l’importo dell’imposta fino ad un massimo di 18 rate. Il piano Pace fiscale è stato uno dei punti cardine della campagna elettorale del centrodestra ed ora, con il consenso della nuova manovra fiscale da parte del Consiglio dei Ministri, sarà infine messo in atto.Dunque, ricapitolando, troveremo uno stralcio automatico al 31 gennaio 2023, dei debiti di importo inferiore a mille euro e relativi al periodo che va dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2015. Per quanto rivede le cartelle di importo superiore ai mille euro e successive al 2015, invece, è previsto il versamento dell’imposta dovuta scorporata dalle sanzioni e gli interessi maturati nel corso del tempo.

La nuova misura interesserà almeno 500 mila contribuenti in posizione debitoria nei confronti del Fisco. Le persone interessate, potranno godere della nuova pace fiscale suggerita dal Governo e vedere buttate via una volta per sempre le cartelle di pagamento di imposte come Imu, Tari, Iva, Irpef, Ires, bollo auto oppure multe stradali. Infine, comprensibilmente lo stralcio del debito è relativo ad ogni singola voce. Vale a dire, che se a carico del contribuente sono state sparse cartelle esattoriali relative a voci differenti, ad esempio, Imu e Tari, ciascuna di importo inferiore a mille euro, esse saranno cestinate fino ad un massimo di 3 mila euro.