Si può dimagrire dopo la menopausa? Ecco la risposta che sbalordirà tutti

Arrivate alla tanto temuta menopausa, sale la paura di non poter perdere peso, ma oggi vedremo una dieta importante e che è possibile attuare in fase di menopausa. La dieta in menopausa, come detto prima, è fondamentale per aiutare a perdere i chili accumulati. Inoltre, l’alimentazione ha un ruolo decisivo nel coordinare e affrontare al meglio questo periodo. Difatti, è una fase della vita in cui ai cambiamenti del corpo vanno legaticomportamenti di vita e di alimentazione in grado di limitare i sintomi più seccanti e diminuire anche il rischio di malattie cardiovascolari, osteoporosi e sovrappeso. Poi, in menopausa è più semplice prendere peso, o più difficile perderlo. Ecco perché mangiare sano, ridurre complessivamente l’apporto calorico e aumentare l’attività fisica diventa fondamentale. Inoltre, nella dieta in menopausa, devi integrare cibi ricchi di estrogeni, come la soia o i legumi, per bilanciare la diminuzione degli estrogeni naturali con i fitoestrogeni presenti in questi alimenti. Però, la diminuzione della massa muscolare in realtà comincia dai 40 anni in su e questo viene palesato dalla riduzione del metabolismo basale che non deriva dalla menopausa ma dall’età, tanto che è un fenomeno che si riscontra anche nell’uomo.

Si può dimagrire dopo la menopausa? Ecco la risposta che sbalordirà tutti

La menopausa specifica un’accelerazione dell’aumento di peso per motivi ormonali che porta ad un successivo calo del metabolismo basale. Quindi, dopo la menopausa è più difficile dimagrire ma è comunque possibile. È importante intensificare l’attività fisica fin dalla pre-menopausa, quel periodo che può durare anche due-tre anni e che coincide con l’inizio della minore produzione di estrogeni. Il movimento a scadenze regolari, di qualunque tipo, specialmente quello aerobico, dal salire le scale al camminare rapidamente, dal nuoto e dalla ginnastica in acqua agli esercizi in palestra almeno 2-3 volte alla settimana, è un vero toccasana per combattere: aumento di peso, disturbi cardiovascolari, progressiva decalcificazione delle ossa e stress e depressione.

Da limitare gli zuccheri semplici, i fritti, il sale e tutti quegli alimenti in cui lo troviamo “nascosto”, come dadi, salumi o prodotti in scatola, ostacolando così la ritenzione idrica. Per far diventare gustosi i piatti, ideale è ricorrere a erbe aromatiche e spezie. Ecco dunque come poter dimagrire in menopausa attraverso degli accorgimenti di vita e di routine alimentare giornaliera.