Come far fiorire velocemente le orchidee? Ecco il fantastico metodo

L’orchidea è sempre stato un fiore molto apprezzato, regalato per eventi particolari, soprattutto perché è simbolo di bellezza, eleganza, riverenza, seduzione, amore ed erotismo. Le Phalaenopsis sono le orchidee più comuni, solitamente la loro fioritura avviene nel periodo invernale, quando piccoli steli posti nella parte terminale del fusto emettono i magnifici fiori colorati. Non è difficile prendersene cura, ma bisogna avere delle piccole accortezze per vederla fiorire al meglio. Andiamo a vedere cosa fare e cosa non fare per far fiorire la nostra orchidea.

Come far fiorire velocemente le orchidee? Ecco il fantastico metodo

Innanzitutto l’orchidea deve essere posizionata in un ambiente mite, quindi non deve essere troppo umido o troppo secco. Bisogna anche evitare anche di metterla vicino al termosifone. Se la pianta potrà godere di temperature notturne inferiori ai 13 °C, vedrete che potrete ammirare ancora una volta i magnifici fiori della vostra orchidea.


Oltre al proprio vaso, si potrebbe aggiungere anche un altro vaso pieno di acqua, così da far mantenere le radici umide, attraverso l’evaporazione. 

La pianta deve essere concimata, ma si tratta di un processo molto delicato, dato che si devono usare i strumenti giusti, che devono essere sterilizzati molto bene, dato che l’orchidea è molto fragile e si potrebbe ammalare e morire. Per incentivare l’orchidea a rifiorire, tagliate il fusto sopra l’ultimo nodo non appena i fiori iniziano ad appassire. Dopo questa operazione, apportate un concime specifico capace di stimolare una nuova fioritura.

Anche innaffiarla con le giuste quantità è importante. Innanzitutto è consigliato non innaffiarla direttamente ma bisogna solo inumidire il terriccio. Si può prendere un recipiente di acqua e immergerla fino a metà altezza del vaso e farla stare lì per circa una notte. All’acqua si potrebbero anche aggiungere anche alcune soluzioni di magnesio, potassio e fosforo per accelerare la fioritura, senza però esagerare, basterà farlo massimo 2/3 volte al mese.