Sintomi demenza senile: ecco come accorgersene

Per demenza senile si intende una patologia che percuote le funzioni mentali, portando a un graduale declino delle facoltà cognitive e motorie. Attualmente sono sconosciute le cause della demenza senile e non vi sono cure che possano bloccare definitivamente la malattia: però la ricerca scientifica ha comprovato che uno stile di vita sano, composto da una dieta bilanciata, attività fisica e ottimo riposo, diminuisce significativamente il rischio di accrescere forme di demenza.

Poi, è importantissimo rammentare che seppur ad oggi non vi siano veri e propri rimedi per la demenza senile, le attuali terapie farmacologiche e un’assistenza adatta, svolta da personale preparato e preparato, possono frenare considerevolmente il decorso della malattia, accrescendo la qualità della vita dell’anziano. Per tale motivo, se svolta da professionisti con esperienza, l’assistenza domiciliare per anziani permette molteplici benefici sia al paziente che alla sua famiglia, impegnata in attività di accudimento dell’anziano quasi sempre molto impegnative.

Sintomi demenza senile: ecco come accorgersene

La demenza senile, infatti, si sovrappone in maniera significativa con la quotidianità della persona malata, rendendo indispensabile la presenza di una figura di supporto. Ad oggi, sono state determinate diverse forme di demenza senile. Le più frequentisono la demenza a corpi di Lewy (DLB), la demenza vascolare e il morbo di Alzheimer. Per diagnosticare regolarmente il tipo di demenza di cui è ammalato il paziente, il medico è tenuto a cogliere informazioni circa la sua storia e i suoi comportamenti, determinando ulteriormente le capacità cognitive e funzionali attraverso test di laboratorio ed esami di strumento quali la TAC.

Ad oggi, l’Alzheimer è il tipo di demenza degenerativa più diffusa. Questa infatti si mostra specificatamente dopo i 65 anni e sembra essere originata da difetti genetici che appoggiano la distruzione graduale dei neuroni.  Le demenze vascolari, invece, sono originate da piccoli infarti che causano la successiva distruzione del tessuto cerebrale. Ai disturbi cognitivi come problemi di memoria, difficoltà di concentrazione, lentezza di pensiero, senso di confusione e disorientamento, allucinazioni, si legano quasi una sempre leggera difficoltà motoria.

Altri sintomi della demenza vascolare rivedono complessità nel trovare le parole, istantanei cambi di personalità, stati di apatia e depressione. Tali disturbi derivano dall’area cerebrale percossadalle alterazioni vascolari. Ecco dunque spiegati i sintomi della demenza senile.