Puzza di spazzatura in casa: ecco cosa fare per eliminarla

Il caldo è tra i primi responsabili della fermentazione dell’immondizia domestica, specialmente degli scarti di cucina, pieni di azoto, che rilasciano ammoniaca, ma anche dello sporco di recipienti non riciclabili o dei pannolini. Però soprattutto in inverno, con le finestre magari spesso chiuse, si può sentire la puzza della spazzatura. Impedire il cattivo odore, però è possibile.

Puzza di spazzatura in casa: ecco cosa fare per eliminarla

Si può ad esempio utilizzare una miscela di acqua e detersivo per i piatti. La prima cosa da fare è cambiare spesso il sacchetto e pulire bene il bidone. Basterà passare ogni volta una spugna bagnata con del detersivo per i piatti, per poi sciacquare e lasciare asciugare. Dopo bisogna disinfettare e igienizzare, ad esempio con un pezzo di carta permeabile bagnata di alcol.

Per togliere i germi, i batteri e rimuovere i cattivi odori dal bidone della spazzatura potete usare anche l’aceto.

Si può preparare una miscela formata da 1 bicchiere di aceto bianco, 500 ml di acqua e 3 gocce di tea tree oil, cioè un olio essenziale con ottime proprietà igienizzanti. Dopo aver preparato la soluzione, si con una spugna andate a pulire l’interno del bidone.

Successivamente potete versare nella pattumiera la miscela, lasciarla riposare per alcuni minuti, infine svuotare il bidone. Infine, risciacquarle il tutto.

Per un’operazione ancora più valida e veloce potete bagnare un pezzo di carta assorbente con un po’ di aceto e muoverlo all’interno del secchio. Spruzzate poi dell’acqua e fate asciugare.

L’aceto, è utile per molte cose in casa, non solo per tenere sotto controllo la puzza di spazzatura. Ad esempio si può utilizzare per bloccare la muffa in casa, combattere il calcare o igienizzare il materasso. A molti però può non piacere l’odore dell’ aceto, si può sostituire con il bicarbonato di sodio o anche il sale grosso.