Hai questa vecchia banconota da 2000 lire? Il valore è sorprendente

La storia della carta moneta, utilizzata in ambito civile, risale storicamente poco prima dell’anno Mille, ideata in Cina durante una delle dinastie che si sono susseguite nel corso dei secoli, anche se si trattatava di strumenti dall’uso limitato, sia per una mancata necessità ma anche perchè questi primi esemplari di banconote, stampati su carta da gelso erano tendenzialmente facili da contraffare ma anche poco “accettati” nelle provincie esterne del paese. Solo con il 18° secolo anche in Europa, con la diffusione capillare delle prime banche la carta moneta ha iniziato ad essere effettivamente diffusa. Anche le nostre vecchie lire sono immediatamente riconoscibili nella carta moneta ed una delle emissioni più diffuse dell’ultima parte del secolo scorso è la 2000 lire con il volto di Guglielmo Marconi.

Hai questa vecchia banconota da 2000 lire? Il valore è sorprendente

Scienziato ed inventore, Marconi è stato uno degli elementi più importanti nell’ambito dello sviluppo e della diffusione della telegrafia senza fili e dell’ideazione della radio, vincitore del  premio Nobel per la fisica nel 1909 condiviso con Carl Ferdinand Braun.

Data la sua importanza, il suo volto, così come diversi elementi della radionave Elettra, un vero e proprio laboratorio, con altre raffigurazioni di elementi legati alla telegrafia senza fili e radio.
L’emissione in questione rappresenta l’ultimo “modello” della banconota da 2000 lire, stampato solo per 2 anni, dal 1990 al 1992 e piuttosto diffuso fino alla dismissione della lira per “fare spazio” all’euro.

Sono importante le condizioni di conservazione che fanno cambiare di molto l’interesse e quindi il valore collezionistico di un esemplare. Le banconote che iniziano per AA e terminano con A, il cui valore può raggiungere i 45 euro, in quanto fanno parte della primissima serie.

Altri esemplari interessanti sono le sostitutive, riconoscibili per la lettera X come prima del numero di serie. Questi esemplari possono valere anche fino a 60-70 euro, a patto che le condizioni di conservazione risultino essere perfette.

2000 lire