Carburanti, il taglio sulle accise sta per scadere: cosa succederà?

L’attuale situazione socio politica ha portato ad una graduale condizione negativa per una larga fetta della popolazione europea, già impegnata nel contrastare il caro prezzi dopo due anni di pandemia, e a questa condizione si è aggiunta la problematica legata alla Guerra in Ucraina, evento che ha per forza di cose “costretto” a rivalutare i precedenti trattati con nazioni esportatrici di risorse alla base del fabbisogno energetico. Questo ha avuto ripercussioni immediate sia nel comparto delle bollette di gas e luce, ma anche sul contesto carburanti.

Carburanti, il taglio sulle accise sta per scadere: cosa succederà?

Attraverso decreti specifici, l’esecutivo ha dovuto sviluppare dei “paletti” per contrastare il rincaro ulteriore di queste forniture, anche perchè i carburanti costituiscono qualcosa di estremamente importante per praticamente ogni contesto lavorativo in quanto risorsa indispensabile per ogni forma di trasporto.

A partire dall’estate è stato confermato un taglio delle accise, parte delle imposte che i cittadini pagano quando fanno rifornimento, fattore che ha temporaneamente bloccato i rincari.

Temporaneamente perchè si tratta di una misura che ha una scadenza: dal prossimo 31 ottobre infatti questo “taglio” scadrà, e considerato che la stragrande maggioranza dei trasporti in Italia è sviluppato sul trasporto su gomma (circa l’85 %), è molto probabile che il nuovo governo, attualmente in fase di costruzione, deciderà di sviluppare un nuovo decreto molto simile a quello tutt’ora in vigore, ma non sono escluse proroghe e potenziamenti di quello attuale.

Il taglio delle accise non è riuscito tuttavia a porre un freno al nuovo rincaro del carburante, in particolare in relazione alle forniture del diesel, il cui prezzo medio al litro ha superato da diverse settimane quello della benzina, in virtù di una maggiore richiesta (che è il fattore “principale” che causa i rialzi), richiesta che in particolar modo durante i mesi rigidi aumenta anche di diversi punti percentuali, in media.

Carburanti