Limiti contanti, quali sono quelli attivi per il 2022?

Il contesto economico ci riguarda tutti, discorso che indiscitubilmente vale anche nell’ampio e diversificato mondo della tecnologia, oramai interconnessa con quella finanziaria e per l’appunto economica, in quanto il denaro non è più solo “formato” da monete e banconote ma da oramai parecchie decadi trova attuazione anche attraverso varie forme “elettroniche”, in particolare bonifici, carte, bancomat e quant’altro, condizione che ha portato ad una sempre più graduale tendenza a ridurre anche con diversi limiti, l’uso dei contanti.

Meno denaro liquido

Si tratta di una problematica legata anche alla nostra situazione culturale, mediamente “legata” all’idea del denaro fisico in quanto “sicuro” e pratico, quando per lo Stato la situazione è praticamente opposta.

Il denaro liquido infatti è eccessivamente difficile da tracciare ed è quindi portato naturalmente a passare “sotto traccia” e lontano dai controlli, anche quelli fiscali, che costituiscono una delle principali entrate per lo stato. Attraverso l’uso cospicuo del contante viene utilizzato ampiamente in contesti di evasione fiscale e lavoro nero.

Limiti contanti, quali sono quelli attivi per il 2022?

I limiti legati al contante hanno operatività esclusiva all’azione effettiva dei contanti, ossia si applicano durante l’utilizzo concreto per l’acquisto, la transazione e in base ai prelievi. Il “possesso” non è legato ad una sorta di limite, quindi realisticamente possiamo custodire illimitate quantità di denaro.

Il limite legato all’utilizzo è di 2000 euro per singola operazione, soglia che non possiamo superare senza ricorrere all’uso effettivo e pratico di sistemi di pagamento tracciabili. Se questo limite viene trasgredito sono concepite delle sanzioni pecuniarie di importo variabile che “spaziano” dai 1000 euro fino a 50 mila euro, a seconda dell’importo.

Non esistono limiti veri e propri legati al prelievo (quelli giornalieri sono definiti dalle singole banche) che sono comunque determinati da una generica regolamentazione, concepita nella soglia di 10 mila euro su base mensile.

Se la nostra banca rileva un importo totale su base mensile superiore sarà portata ad “investigare” sull’origine di questi prelievi.

Limiti contanti