Un modo sostenibile di acquistare accessori tech: i ricondizionati

Il momento storico che viviamo può essere interpretato come una grande transizione verso un mondo più ecologico. Certamente non mancano difficoltà, perplessità o soluzioni di pronto rimedio, ma è pur vero che, ogni individuo, nel suo piccolo, può contribuire a ridurre la propria impronta inquinante.

L’impatto ambientale della tecnologia

Nel caso della tecnologia, per esempio, è facile notare quanto questa ci aiuti a risolvere tanti problemi quotidiani e come, quindi, abbia migliorato le nostre vite. Purtroppo, però, ci si è resi conto, solo quando ormai era troppi tardi, che la tecnologia comporta anche tonnellate di dispositivi rotti e inutilizzati che si accumulano e che diventano molto difficili da smaltire.

È per questo che moltissime persone hanno trovato nel mercato della tecnologia ricondizionata una vera e propria scelta di sostenibilità, che, tra l’altro, offre tutta una serie di vantaggi molto interessanti, di cui parleremo a breve. La moda è esplosa soprattutto con il mercato degli iPhone ricondizionati, dispositivi di alta tecnologia e di design esclusivo che tutti desiderano possedere, ma che, a prezzo pieno, non tutti si possono permettere.

Cosa si intende con dispositivo ricondizionato

Un dispositivo ricondizionato, ovvero “refurbished”, è un prodotto a marchio originale con condizioni di funzionalità e di estetica vicine al nuovo. Sono prodotti restituiti per errori di acquisto oppure per l’utilizzo espositivo presso fiere, negozi o mostre. Questi prodotti, essendo stati accesi e usati almeno una volta, pur essendo in condizioni perfette, non possono essere venduti come nuovi, ma come “ricondizionati”.

Il ricondizionato, quindi, non è sigillato. Tuttavia viene trattato, come stabilito dalla legge, attraverso trattamenti di igiene, test, ri-sigillatura ecc. Successivamente viene re-immesso sul mercato con una scheda tecnica che renderà noto all’acquirente tutte le informazioni circa lo stato in cui versa.

Usato e ricondizionato non sono la stessa cosa

Per tutte queste ragioni non possiamo assimilare il ricondizionato all’usato perché sono due condizioni molto diverse. Il rigenerato non è di seconda mano ma, semplicemente, è un prodotto nuovo che è stato rimosso dalla confezione e utilizzato. Il prodotto di seconda mano, invece, è stato usato più e più volte e, per questo, può presentare segni di usura e piccoli difetti, tali da abbassare notevolmente il prezzo.

Anche i ricondizionati costano meno dei dispositivi nuovi ma, nel prezzo, viene considerato l’ottimo stato del prodotto e il processo di re-immissione sul mercato. Il ricondizionamento, infatti, viene eseguito solo in ambienti professionali specializzati dove si eseguono test e verifiche dello stato di funzionamento.

Occasionalmente, se necessario, vengono anche riparati o sostituiti pezzi danneggiati con componenti originali nuove prima che i dispositivi vengano igienizzati e imballati per la vendita. Il rinnovo, ovvero il ricondizionamento, quindi, investe tutto il prodotto e, dunque, anche la sua confezione.

Perché vale la pena acquistare ricondizionati

Comprare il ricondizionato può rappresentare una scelta vantaggiosa per vari motivi. L’etichetta, ad esempio, mostra sempre che ci si trova davanti a un prodotto ricondizionato e, in base al grado applicato, se si trova in ottime condizioni, ha qualche minimo segno di usura o presenta problematiche più marcate. I gradi in tutto sono quattro e sono espressi con le lettere dell’alfabeto a partire dalla A, che corrisponde a ottime condizioni.

Si ha, inoltre, sempre il diritto a godere di una garanzia specifica che, di norma, dura almeno 24 mesi. In ogni caso vale sempre la pena chiedere chiarimenti sullo stato del dispositivo e quali coperture sono previste in caso di acquisto.

L’acquisto di dispositivi elettronici ricondizionati e usati permette, infine, di produrre meno spazzatura da smaltire e, quindi, di allungare il ciclo di vita dei prodotti che usiamo quotidianamente. Al tempo stesso è un acquisto più conveniente per via dei prezzi ribassati, grazie ai quali, cercando con attenzione, possiamo acquistare anche dispositivi appena usciti sul mercato.