2 euro vaticano rari

Ecco il valore dei 2 euro del Vaticano: “da togliere il fiato”

I 2 Euro commemorativi sono diventati la passione dei collezionisti numismatici di tutta Europa. La scelta della BCE e della UEM di utilizzare la moneta da 2 Euro per l’emissione di coni speciali per la commemorazione degli eventi sembra essere stata particolarmente azzeccata. Basti pensare che a tutto il 2021 c’erano circa 460 monete commemorative da 2 Euro, e che a fine anno si supererà quota 500.

Tra queste monete, i 2 Euro del Vaticano ricoprono un posto particolarmente importante. Le monete di Città del Vaticano sono infatti raramente destinate alla circolazione, bensì pensate e realizzate per i collezionisti. In tiratura rigorosamente limitata, la loro vendita avviene spesso in buste e scatole scelte appositamente per rendere ancor più memorabile il conio. In questo articolo parliamo di alcuni dei 2 Euro del Vaticano più importanti.

2 Euro del Vaticano: i più rappresentativi

Sono già 25 le monete da 2 Euro commemorative di Città del Vaticano coniate dallo stato ecclesiastico dal 2004 ad oggi. Va da sé che sia impossibile stilare una classifica della moneta più bella o di quella maggiormente rappresentativa di questi anni. Città del Vaticano, inoltre, non manca di alternare ai temi ecclesiastici e cattolici quelli legati alla storia dell’Arte e della cultura italiane, nonché al proprio sconfinato patrimonio artistico.

A mero titolo di esempio, alle monete dedicate al 50° anniversario della morte di Padre Pio, ai 2000 anni della nascita di San Paolo, o al 100° Anniversario della nascita di Papa Giovanni Paolo II, si sono alternate monete dedicate a 450 Anni dalla nascita di Caravaggio, al restauro della Cappella Sistina, ai 700 Anni dalla morte di Dante Alighieri o ancora al XXV Anniversario del crollo del muro di Berlino.

2 Euro del Vaticano: quale vale di più?

La moneta da 2 Euro di Città del Vaticano che oggi ha il maggior valore è quella del 2005 coniata per per celebrare la Giornata Mondiale della Gioventù di Colonia, in Germania. È stato prodotto in soli 100mila esemplari, e raggiunge una valutazione superiore ai 300 euro, anche se viene venduto per cifre spesso superiori. Parliamo ovviamente della moneta in Fior di Conio.

Sono tendenzialmente le prime monete commemorative emesse ad avere maggior valore. Valgono infatti più di 100 euro le prime quattro: oltre a quella già enunciata, ci riferiamo alla moneta del 2006 dedicata alle guardie svizzere (152 Euro), a quella del 2007 dedicata all’80° compleanno di Papa Benedetto XVI (100 Euro) e a quella del 2004 dedicata al 75° anniversario della fondazione dello Stato della Città del Vaticano.

Tutte le altre monete, dal 2008 in avanti, partono da un valore di circa 65 Euro e arrivano ai 27 Euro, valore della moneta dedicata al restauro della Cappella Sistina, emessa nel 2019.

2 euro vaticano rari