10 lire spiga

Chi aveva le 10 lire con la spiga si è arricchito: ecco come

Chi aveva le 10 lire con la spiga si è arricchito: il collezionismo numismatico si basa anche sulla possibilità di trovare tra i ricordi di famiglia monete che potrebbero valere davvero molto. Le storie legate alle 10 Lire con la spiga sono tante, anche perché questa moneta ha attraversato la storia del nostro paese per moltissimi anni.

Non sono comunque tantissimi quelli che possono dire di averci fatto una fortuna. Serve infatti averne una di “quelle giuste”, o un intero salvadanaio con monete perfettamente conservate. Il valore delle 10 lire nel momento del loro ritiro, nel 2002, era ovviamente molto basso. Ma la moneta era già quasi introvabile perché l’inflazione l’aveva “fatta fuori” dai giochi. Sparì dall’uso quotidiano molto prima delle altre monete in lire. Scopriamo qualcosa su di lei in quest’articolo.

10 Lire con la spiga: la moneta

La 10 Lire con la spiga venne coniata in Italma, una lega appositamente realizzata per la realizzazione delle monete, e a base di alluminio. Di piccole dimensioni, particolarmente leggera (1.5 gr per 25 mm di diametro) venne introdotta nel 1951 e mai abbandonata fino al ritiro per l’avvento dell’euro.

Il suo disegno caratteristico è quello della foto: due spighe di grano divergenti con al centro il valore nominale della monete. Sull’altro lato c’è un aratro, altro simbolo dell’economia contadina dell’Italia, ancora dominante a metà XX Secolo, la scritta Repubblica Italiana, e il millesimo dell’anno di conio. Su questo lato, inoltre, c’è anche il monogramma della zecca di Roma, la R che si trova tutt’oggi anche sui nostri Euro.

Chi si è arricchito con la 10 Lire con la Spiga?

Si è arricchito con la 10 Lire con la Spiga chi possedeva o possiede la versione del 1954 in stato di conservazione Fior di Conio. Questa moneta specifica vale circa 110 euro, ma spesso viene venduta per molto di più La moneta del 1954 ha valore importante anche nelle versioni conservate meno bene perché la sua tiratura fu limitata e ne esistono pochi esemplari.

Ci sono anche altre 10 lire con la spiga che possono fare la fortuna del loro possessore. La versione del 1965 vale 35 Euro in Fior di Conio e quasi tutte le 10 Lire con la Spiga coniate tra il 1951 e il 1959 possono valere fino a 30 euro se perfettamente conservate. Tra le 10 Lire con la spiga spicca anche una con un errore di conio: la moneta del 1991 venne stampata con gli assi rovesciati e vale oggi da 20 a 70 Euro a seconda del suo stato di conservazione.

Tutte le altre monete hanno un valore inferiore, fino ad arrivare ai pochi centesimi di euro per le più comuni e le peggio conservate. Rarità e stato di conservazione influenzano moltissimo il valore di ogni moneta: ricordatelo se siete appassionati.

 

10 lire spiga