non pagare bollette Bonus bollette

Se ti arrivano queste bollette non pagarle: ecco il motivo

C’è anche da dire che le aziende di fornitura di servizi sono diventate molto più attente al pagamento delle fatture, e molto raramente una bolletta dimenticata può restare tale. Voi però siete in diritto di non pagare se il sollecito di pagamento vi arriva anni dopo l’emissione e la scadenza. Guardiamo meglio questi termini insieme.

Bollette, ecco quando non vanno pagate

I casi in cui le bollette non vanno pagate non sono moltissimi. Eppure esistono. Il cambio della prescrizione delle fatture in Italia è sicuramente recente, la normativa è stata aggiornata solo due anni fa, ed è soggetta a continui cambiamenti. È importante sapere che per quanto riguarda le fatturazioni generiche la prescrizione resta molto lunga, e arriva a 10 anni. Pensiamo, ad esempio, alle spese di condominio.

Molto più breve è invece la prescrizione per le bollette di di energia elettrica, gas, telefono e internet, fornitura di acqua. Per tutte queste la prescrizione è di soli 2 anni. Questo significa che se il vostro fornitore non vi sollecita il pagamento di una fattura entro queste termine, voi non sarete più obbligati a pagarla, e sarà vostro diritto non farlo dopo i due anni dalla prevista emissione della fattura stessa.

Ricordate sempre anche che in caso di sollecito o conguaglio particolarmente oneroso, siete in diritto di richiedere una rateizzazione del pagamento della cifra dovuta.

Bollette: il motivo non pagare quelle prescritte

Il motivo per non pagare le bollette prescritte è proprio il fatto che chi ne richiede il pagamento oltre i termini di prescrizione non è in diritto di farlo. Ovviamente le bollette vanno sempre pagate puntualmente e completamente per non avere problemi con le forniture di servizi essenziali per la sopravvivenza. Resta buonissima abitudine per tutto il tempo di durata della prescrizione conservare le ricevute delle fatture pagate. Potranno servire in caso di contestazione come prova del vostro pagamento.

Può infatti capitare che al fornitore sfugga un pagamento regolarmente effettuato e vi arrivi un sollecito non dovuto. Anche in questo caso non siete tenuti a pagare due volte, ovviamente. Dovrete però effettuare comunicazione di pagamento allegando la copia della ricevuta.

non pagare bollette