5 euro

Attenzione a questa banconota da 5 euro: ecco quanto potrebbe valere, incredibile

L’euro ha avuto un’impatto inevitabilmente importante sulle abitudini di milioni di cittadini, non solo italiani. Le stesse “complicazioni” dovute al cambio di valuta che abbiamo percepito a partire dal 2002, e che per alcuni si sono protratte per molti anni a seguire, questo perchè cambiare moneta rappresenta cambiare anche una parte delle abitudini. Proprio vent’anni fa nuove banconote e monete, dal valore molto differente dalle vecchie lire hanno iniziato a diffondersi, per prendere definitivamente il posto del vecchio conio pochi mesi dopo, e tra i tagli di banconota più comuni quasi naturalmente non poteva che non esserci quello da 5 euro.

Attenzione a questa banconota da 5 euro: ecco quanto potrebbe valere, incredibile

La banconota da 5 euro è quella di “taglio minore” della valuta monetaria, sviluppata in grigio e che presenta le dimensioni più piccole dell’intero “lotto” composto inizialmente da 8 tagli. La banconota da 5 euro è stata anche la prima ad essere “rinnovata” con il restyling della serie Europa a partire dal 2015, che poi ha influenzato gradualmente anche gli altri tagli.

Come da tradizione, reca delle raffigurazioni architettoniche “generiche” del perido classico, generiche perchè non fanno riferimento a monumenti reali, evidenziando genericamente lo stile classico europeo.

E’ una delle più comuni proprio per la sua natura di banconota “piccola”, ma è interessante dal punto di vista collezionistico se riusciamo a mettere le mani su una rarissima banconota da 5 euro denominata Specimen. Il termine fa riferimento agli esemplari “campione”, sviluppati in ridottissimo numero per occasioni speciali da parte della Banca Centrale Europea, ad esempio per essere destinati a personalità come dono oppure per il presidente della BCE. E’ molto facile da riconoscere per via della vistosa scritta in rosso collocata in diagonale su tutti e due i lati.

Anche le banconote Fac simile hanno lo stesso aspetto, ma le “vere” Specimen sono in tutto e per tutto realizzate in filigrana e per questo hanno un alto valore collezionistico: una banconota vale da 700 fino a 1500 euro a seconda delle condizioni di conservazione e sono quindi molto richieste ed ambite dai collezionisti.

 

5 euro