Pazzesco, ecco quanto valgono le Lire con le Caravelle: lo sapevi?

La storia della lira italiana è costituita da esemplari molto interessanti sia da punti di vista numismatici che anche malinconici.

Anche se oggi siamo tutti quasi completamente abituati ad utilizzare la moneta unica dell’Euro, solo vent’anni fa la lira era la valuta ufficiale del nostro caro paese.

Quindi, chi ha almeno venti/venticinque anni si ricorderà, anche se in maniera vaga, le varie diffusioni cartacee e metalliche che hanno composto la storia della lira italiana.

Vediamo qui di seguito il valore delle vecchie lire con le caravelle.

Hai le vecchie lire con le caravelle? Ecco quanto valgono oggi

L’emissione realizzata in argento dal valore di 500 lire è infatti una delle più affascinanti esteticamente parlando, ma anche tra le più desiderate dai collezionisti! Si tratta di una moneta realizzata in buone quantità tra gli anni 50 e 60 del ‘900, periodo corrispondente al boom economico italiano, precisamente dal 1958 al 1967 e poi successivamente solo per i collezionisti.

La denominazione Caravelle, nell’immaginario comune, per antonomasia appartiene alle tre navi con le quali Cristoforo Colombo raggiunse i Caraibi nel 1492: La Nina, la Pinta e la Santa Maria. Quest’ultima, era in realtà una caracca, era la più grande delle tre imbarcazioni utilizzate da Cristoforo Colombo nel suo primo viaggio attraverso l’oceano Atlantico nel 1492. Era di proprietà di Juan de la Cosa, il pilota di Colombo.

Invece un altro significato che simboleggia le Caravelle ha a che fare con un profilo femminile di stile rinascimentale, contornato dagli stemmi di 21 città italiane: Genova, Torino, Aosta, Milano, Trento, Venezia, Trieste/Udine, Bologna, Firenze, Ancona, Perugia, Roma, L’Aquila, Napoli, Bari, Potenza, Catanzaro, Sicilia, Cagliari.

La 500 lire Caravelle non è una emissione rara: è fondamentalmente diffusa e conosciuta presso i collezionisti, ed il valore non molto elevatissimo, in quanto si aggira tra i 15 ed i 45€. Ciò che rende questa emissione molto famosa è la primissima versione, di prova, datata 1957, riconoscibile per un dettaglio molto importante relativo alle bandiere presenti sopra le imbarcazioni, che in questa prima versione sono spostate a sinistra anziché a destra nella versione finale!

Le 500 lire Controvento chiamate anche Caravelle sbagliate, per i motivi che abbiamo visto sopra, sono davvero molto rare: il valore per un esemplare, anche in discrete condizioni, supera i 1000€! Invece per un esemplare in eccellenti condizioni il valore è superiore a 2500€.

All’asta alcuni di questi esemplari hanno fatto guadagnare anche oltre 10 mila€, per degli esemplari perfetti!

E voi? Cosa state aspettando a cercarle? Potreste avere una miniera d’oro a casa! Buona Fortuna!