200 lire

Trova subito queste 200 lire e diventi ricco sfondato: ecco quali

Il termine numsimatica viene associato il più delle volte alla collezione di monete e banconote anche se non è completamente vero, in quanto il termine definisce piuttosto lo studio scientifico di questi oggetti. E’ sicuramente vero che il collezionismo è una parte importante dell’analisi sopratutto delle monete che costituiscono non solo il “mezzo” economico più diffuso ma anche un “pezzo di storia” delle nazioni che hanno coniato le emissioni. Un esempio concreto è costituito dalla 200 lire, emissione particolarmente diffusa nelle ultime decadi del secolo scorso e fortemente legata anche al contesto sociale di appartenenza.

Emissione particolare

Si tratta infatti di un’emissione tanto comune ai tempi quanto “particolare”. Rispetto a tante altre emissioni la 200 lire non esisteva sotto forma di moneta metallica prima del 1977, anno in cui furono messe a disposizione le prime emissioni di tale valore. La diffusione è stata capillare da subito, anche perchè rappresentava la moneta dal valore “medio”, a metà tra la 50 e 100 lire e la 500 lire (la 1000 lire metallica arriverà solo negli anni 90).

E’ stata anche immediatamente riconoscibile per la composizione in bronzital, una lega di rame ed alluminio che conferisce a queste emissioni un aspetto dorato.

Trova subito queste 200 lire e diventi ricco sfondato: ecco quali

Anche se molto diffuse le 200 lire possono essere interessanti dal punto di vista collezionistico, sopratutto alcune versioni: a dispetto di altre monete, le più intriganti non sono le “commemorative” ma quelle di prova del 1977, perfettamente identiche a qualsiasi altra moneta eccezion fatta per la scritta “prova” riportata in piccolo, sulla destra sul lato del valore nominale. Il valore massimo è di 800 euro, metà per condizioni “solo” eccellenti.

Interessanti anche gli errori di conio, sopratutto i due più conosciuti: il primo riconoscibile per la parte alta della testa raffigurata sull’altro lato della moneta, che in alcuni esemplari risulta essere senza capelli. Il valore si aggira tra gli 80 ed i 150 euro.

L’altro errore di conio è conosciuto come mezzaluna, a causa di una “sbavatura” presente sul collo della donna in alcune monete coniate nel 1978 e 1979. Il valore può “toccare” i 200 euro.

200 lire