100 lire minerva

Se trovi Minerva sulle vecchie 100 lire sei ricco: ecco quanto valgono

Fin dall’antichità numerose nazioni e civiltà hanno iniziato a caratterizzare le proprie emissioni monetarie con delle raffigurazioni strettamente correlate alle proprie figure importanti: divinità, simboli, ma anche oggetti di uso comune, nel caso delle monete di “minor valore”. Minerva, la dea greca della guerra e della saggezza, una delle più importanti dell’antico pantehon greco, ha trovato largo spazio anche su monetazioni recenti come la famosissima 100 lire, una delle emissioni più longeve dell’intera storia dell’Italia repubblicana.

Moneta storica

La 100 lire è infatti immediatamente riconoscibile per la stragrande maggioranza degli italiani che hanno almeno 30 anni, ma anche i più giovani possono riconoscere questa moneta che è stata coniata per circa 40 anni ed utilizzata per mezzo secolo, in pratica fino alla dismissione della lira. La più famosa è sicuramente la Minerva primo tipo, ossia quella prodotta dal 1955 al 1989, anno in cui fu sostituita dalla Minerva 2° tipo, chiamata anche 100 lire Piccola, mai troppo apprezzata proprio per le ridotte dimensioni, che ebbe vita breve, e fu sostituita anch’essa dalla 100 lire Italia turrita.

Questa emissione è stata coniata in una lega molto comune all’epoca, basata sull’alluminio, denominata Acmonital, e la raffigurazione di Minerva con a fianco la pianta di alloro e la testa femminile sviluppata sull’altro sono opere degli incisori Giuseppe Romagnoli e Pietro Gianpaoli. La moneta è spessa 2 millimetri, ha un diametro di 27,8 millimetri e pesa esattamente 8 grammi.

Se trovi Minerva sulle vecchie 100 lire sei ricco: ecco quanto valgono

Il valore non è altissimo per tutte le monete, essendo stata una moneta a dir poco “prolifica”. Tuttavia esistono varianti rare e quindi molto più preziose, come la 100 lire Prova, ossia l’unica 100 lire di questo tipo ad essere stata coniata, in un numero estremamente ridotto di esemplari, nel 1954, riconoscibili proprio per la scritta Prova sul lato di Minerva. Il valore infatti raggiunge il valore massimo di 3000 euro, data la rarità e l’importanza storica di questa emissione.

100 lire