Bancomat, rivelazione shock: cosa sta succedendo? “Pazzesco”

Il contesto tecnologico influenza in modo molto importante il nostro approccio quotidiano, anche in modi che sono così “sfuggenti” che in molti casi non vengono percepiti dalla maggioranza dei cittadini. Tuttavia anche il denaro è soggetto a cambiamenti continui, e anche la dinamica legata ai Bancomat, inteso in modo molto generico, come servizio telematico, è destinata a cambiare molto profondamente nel giro di qualche anno.

Denaro in “evoluzione”

Tecnologicamente parlando gli sportelli ATM, chiamati colloquialmente “Bancomat” anche se operano anche attraverso altri circuiti sono cambiati abbastanza poco dalla loro prima diffusione, che è iniziata nel nostro paese sopratautto a partire dagli anni 80. Se inizialmente rappresentavano una vera avanguardia, ed i possessori erano considerati come dei “pionieri” del denaro elettronico, oggi la situazione è molto diversa, in quanto il concetto stesso di moneta elettronica ha subito numerose mutazioni anche concettualmente a partire dai primi anni del nuovo secolo: la digitalizzazione diffusa che ha portato lo sviluppo di carte prepagate, oggi diffusissime anche presso la platea dei giovani, e anche grazie agli smartphone, la digitalizzazione del denaro sta gradualmente diventandoo realtà.

Bancomat, rivelazione shock: cosa sta succedendo? “Pazzesco”

Numerose banche hanno già deciso di adattarsi, ad esempio migliorando le proprie strutture e servizi digitali così da migliorare la fruizione degli stessi, mentre la presenza fisica degli ATM su tutto il territorio nazionale appare in diminuizione a causa sopratutto di un minore impiego rispetto al passato. Questa “strategia” non è casuale ma segue il trend evidenziato anche dagli ultimi governi che prevedono una minore diffusione del contante, la forma principale di denaro liquido, considerato eccessivamente “sfuggente” ai controlli fiscali.

Al contrario bonifici, carte e quant’altro rappresentano il presente ma sopratutto il futuro nell’ambito dei pagamenti. Questo porterà effettivamente, a partire dal prossimo decennio ad un abbandono del concetto di prelievo di contante, anche se questo porterà probabilmente a costi di commissione sensibilmente più elevati rispetto ad ora.

bancomat banconota