100 lire 1972 lire spiga

Le 50 lire piccole valgono una fortuna: ecco quanto. “Pazzesco”

Al giorno d’oggi sono ancora molte le emissioni che hanno costituito la vecchia lira dal punto di vista delle monete: la 50 lire ad esempio risulta essere una delle più famose e conosciute anche dai giovanissimi, ossia da coloro per questioni “anagrafiche” non hanno utilizzato lo storico conio italiano. La versione più famosa della 50 lire è indubbiamente quella contraddistinta dalla presenza del dio Vulcano, una “derivazione” romana del dio greco Efesto, divinità del fuoco e degli artigiani. Coniata dal 1951 fino al 1989, è stata largamente utilizzata fino alla dismissione della lira, mentre meno fortuna ha avuto la versione piccola, chiamata ufficialmente Vulcano 2° tipo, proprio per distinguerla da quella più diffusa.

Vulcano “2° tipo”

Le 50 lire piccole infatti hanno avuto una “vita breve”, essendo state coniate dalla zecca di Roma per un arco di tempo limitato a 5 anni, ossia dal 1990 al 1995. L’idea di ridurre le dimensioni pur mantenendo la raffigurazione della Vulcano 1° tipo non raccolse i consensi della popolazione, che rapidamente dimostrò di preferire la Vulcano “originale”. Troppo piccole e scomode, le 50 lire 2° tipo furono rapidamente accantonate, esattamente come le omologhe da 100 lire. Ma quanto possono valere?

Le 50 lire piccole valgono una fortuna: ecco quanto. “Pazzesco”

Il valore è in realtà interessante, probabilmente più di quanto è lecito aspettarsi da una emissione decisamente poco fortunata, coniata in poco più di 500 mila esemplari totali. Le più rare sono quelle classificate come Non comuni, si tratta delle 50 lire piccole che presentano l’assenza del caratteristico “rombo”, presente sotto le firme degli incisori e che hanno il lobo dell’orecchio della donna appuntito e non “Rotondo”. Queste monete sono state coniate tutte nel 1990 e 1991 e possono valere fino a 35 euro se in ottime condizioni.

Se nelle emissioni, sempre del 1991, è presente rombo  e il lobo dell’orecchio tondo, il valore non è da “gettar via”, visto che può far guadagnare fino a 10 euro. Si tratta infatti di emissioni a loro modo “storiche” in quanto hanno rappresentato un esperimento non fortunato.

50 lire piccole