200 lire

Trova subito queste 200 lire e diventi ricco sfondato: ecco quali sono

La lira ancora oggi è indiscutibilmente una valuta “ricca di sorprese”: la motivazione è sicuramente legata all’importante numero di emissioni che nel corso di circa 2 secoli si sono susseguite, al pari dei numerosi cambiamenti sociali, politici e culturali che hanno coinvolto il nostro paese. Il “vecchio conio” infatti è ancora particolarmente ambito dai collezionisti anche dopo 20 anni dall’uscita di scena della lira. Anche le monete più comuni risultano essere ricercate ed ambite, sopratutto in versioni mediamente più rare del normale: anche la 200 lire, un tempo comunissima, può riservare diverse sorprese.

Emissione particolare e “unica”

Rappresenta un’emissione dalle diverse peculiarità interessanti, una su tutte, la tipologia di lega metallica: è composta interamente da bronzital, una particolare lega di bronzo che conferisce a queste emissioni un aspetto dorato. Rispetto a tantissime altre, la 200 lire esiste fondamentalmente in un’unica versione “standard” (non tenendo conto delle versioni commemorative), in quanto la zecca italiana non ha mai sviluppato una forma di 200 lire metallica prima del 1977, anno di “esordio” di questo formato monetario. In precedenza infatti sono esistite solo le 200 lire in formato di banconota.

Trova subito queste 200 lire e diventi ricco sfondato: ecco quali

La più comune resta proprio la 200 lire Lavoro, così chiamata per la presenza dell’ingranaggio presente sul dritto della moneta. La più interessante tra le 200 lire è indubbiamente la versione di prova datata proprio 1977, ossia quella che è servita come “modello” per le successive emissioni. La prova è in tutto e per tutto identica a quelle successive, eccezion fatta per la scritta prova in piccolo, presente in basso a sinistra, sul lato del valore nominale, come da foto. Una moneta di questo tipo ha un valore sensibilmente alto, dettato sopratutto dalle condizioni: ottimo stato significa un guadagno possibile pari a 400-500 euro, mentre una in Fior di Conio può garantire fino a 900 euro se la moneta è assolutamente perfetta.