10 lire spiga

Trova le 10 lire di quest’anno e diventi subito ricco: ecco quali

La lira italiana è ancora particolarmente interessante seppur a 20 anni esatti dalla dismissione della celebre valuta nostrana. Una delle più simboliche del vecchio continente infatti, come la stragrande maggioranza delle “omologhe” presenti in Europa è andata incontro alla dismissione a partire dal 2002, essendo stata sostituita dall’euro. Il numero di esemplari e la storia che si cela dietro queste emissioni rende la lira ancora estremamente interessante da valutare ed esaminare, anche monete un tempo molto comuni come la 10 lire.

Monete diffuse…ma rare

Siamo abituati a immaginare la 10 lire “tipica” quella più famosa e diffusa del 20° secolo, che di fatto è stata coniata per circa 50 anni, precisamente dal 1951 fino al 2000. Si tratta della Spiga, una moneta di piccole dimensioni coniata in Italma in quasi 2 miliardi di pezzi. Ne abbiamo parlato dettagliatamente in questo articolo.

Trova le 10 lire di quest’anno e diventi subito ricco: ecco quali

Tuttavia non è stata la prima 10 lire dell’epoca repubblicana: durante i primi anni di “assestamento” del nuovo stato repubblicano, nato nel 1946 un’altra variante, conosciuta come Olivo (o Pegaso) è stata realizzata dal 1946 al 1950. Anche questa moneta risulta coniata in Italma ed è sensibilmente più rara rispetto alla Spiga, anche solo per una questione legata agli anni di “servizio”.

La Olivo è per l’appunto così chiamata per la presenza di un rametto di ulivo affiancato dal valore nominale dell’emissione.

Un esemplare perfettamente conservato del 1946 può valere fino a 700 euro, ma le più rare di questa moneta sono rappresentate senza ombra di dubbio dai rarissimi esemplari datati 1947, in soli 12 mila unità: anche per questo motivo, oltre che per un interesse puramente numismatico (ossia storico-scientifico) il valore è estremamente alto, anche considerato il potere d’acquisto dell’epoca: un esemplare in buone condizioni viene venduto facilmente per oltre 1000 euro, ma migliori sono le condizioni di conservazione e maggiore e la cifra alla quale è possibile ambire: una moneta da 10 lire del 1947 in Fior di Conio (migliori condizioni possibili) vale oltre 4000 euro.

10 lire