busta paga maggio

Busta paga: ecco quali voci devi attenzionare maggiormente

L’importanza della busta paga non è semplicemente evidenziata dall’aspetto tecnico di questo documento, erogato dai datori di lavoro per i propri dipendenti, ma simboleggia anche in maniera importante il rapporto di lavoro tra le controparti. Quello che spesso viene definito anche cedolino nel nostro paese ha acquisito il nome di busta paga proprio da quella vera e propria, ossia una busta paga che fino a non troppe decadi or sono veniva fisicamente recapitata ai lavoratori e conteneva il salario effettivo.

La busta paga di oggi è molto differente da questa forma di concetto, e può essere estremamente difficile da decifrare. Quali sono le voci importanti?

Busta paga: ecco quali voci devi attenzionare maggiormente

La busta paga è un documento solitamente stampato su una singola pagina, e contiene oltre all’importo erogato effettivo (situato in basso), anche tutta una serie di informazioni relative sia al lavoratore che al datore di lavoro, oltre alle informazioni fiscali e previdenziali. La parte in alto presenta per l’appunto il mese di riferimento, i dati anagrafici e contrattuali le informazioni del tuo datore di lavoro e l’importo della paga base (che dipende dalla qualifica del lavoratore ed eventuali scatti di anzianità). Presenti anche le informazioni relative al contratto collettivo nazionale di lavoro di riferimento (CCNL), qualifica o livello all’interno dell’azienda ed il codice identificativo all’interno dell’azienda

La parte centrale, denominata corpo, contiene invece le informazioni inerenti alla mensilità lavorativa, quindi nella parte superiore sono presenti informazioni come

  • minimo contrattuale
  • superminimo
  • scatti di anzianità
  • tredicesima ed eventuale quattordricesima
  • ore ordinarie ed
  • ore straordinarie
  • premi
  • retribuzione indiretta –  i giorni di ferie goduti, i permessi, le festività, la malattia, l’infortunio, la maternità ecc.

Poco più sotto tutta una serie di informazioni fiscali e previdenziali, ossia i contributi erogati “verso” il fondo pensione, in parte dal datore di lavoro, ed in parte dal lavoratore stesso (come stabilito dal proprio CCNL.

busta paga maggio