multa bancomat errore banca addio bancomat attenzione

Bancomat, da questa data non si potrà più prelevare: “Pazzesco!”

Se le nuove generazioni sono indiscutibilmente più abituate al concetto di moneta elettronica grazie alla diffusione di smartphone, carte conto e carte prepagate, che hanno spesso sdoganato l’idea che non utilizzare monete e banconote può rappresentare non solo una valida alternativa ma anche molto di più: il nostro paese resta tra quelli più legati al denaro contante ed è per questo motivo che le politiche atte a “favorire” il denaro elettronico hanno anche l’effetto di ridurre ie prelievi bancomat presso gli sportelli adibiti. Prima o poi, fanno notare in molti, il semplice atto di prelevare diventerà un ricordo.

Società Cashless

Meno contanti rappresentano non solo una sorta di “vezzo” da parte dei governi, compreso quello italiano, ma una necessità sopratutto per fronteggiare fenomeni che ogni anno “erodono” centinaia di miliardi attraverso l’evasione fiscale, il riciclaggio di denaro ed il lavoro nero. Attraverso il contante è difficile “tener traccia” delle transazioni e dei movimenti di denaro, ecco perchè anche le banche hanno deciso di “digitalizzarsi” con sempre maggior frequenza. Alcuni istituti di credito hanno già rimosso totalmente o parzialmente la presenza in termini di filiali e ATM bancari sul nostro territorio (come ha optato ad esempio ING), mentre molti altri nativamente si sviluppano offrendo i servizi esclusivamente online (un esempio è N26). In generale diverse centinaia di ATM vengono dismessi ogni anno, principalmente perchè il loro utilizzo risulta essere “meno indispensabile” rispetto al passato.

Bancomat, da questa data non si potrà più prelevare: “Pazzesco!”

Non esiste una data precisa, ma sono in molti a “scommettere”, proprio consultando dei dati eloquenti, che già a partire dal prossimo decennio i pagamenti elettronici avranno superato per diffusione quelli effettuati con i contanti, anche a fronte dei già citati limiti. Secondo alcuni il denaro elettronico sostituirà totalmente quello “liquido”, ma serviranno almeno una quindicina di anni. Fino ad allora dovrebbe essere ancora possibile riuscire ad usufruire di qualsiasi tipologia di sportello automatizzato Bancomat.

multa bancomat errore banca addio bancomat attenzione