dogecoin 2 domani

“Mi sono arricchito acquistando Dogecoin”: ecco tutta la storia

Anche se tendenzialmente un po’ “osteggiate” dai governi e da tantissimi stati del mondo, è impossibile non tenere conto dell’influenza che le criptovalute hanno avuto a partire dallo scorso decennio: seppur ancora non globalmente accettate per varie ragioni, le valute digitali basate sulla crittografia di dati hanno conquistato un “pezzo” importante del contesto finanziario. Quello che garantisce l’unicità ma anche un limite è la struttura stessa che “sorregge” il sistema crypto, che per definizione non è controllabile direttamente da un’ente o stato centrale, per cui il valore è particolarmente volatile, essendo il tutto concepito per essere strutturato in maniera decentralizzata. Dogecoin ha rappresentato una delle prime “variabili impazzite” del mondo crypto ed ha garantito una certa ricchezza per molti.

“Mi sono arricchito acquistando Dogecoin”: ecco tutta la storia

Cos’è Dogecoin? Si tratta della prima forma di crypto definibile meme coinmeme crypto, che sfrutta un celebre meme del web tra le peculiarità principali per garantire la riconoscibilità e la diffusione. Essendo, come accennato, valute non tradizionali, il valore viene determinato dalla domanda e dall’offerta degli investitori, fattore che è legato ad esempio alle capitalizzazioni da parte di persone fisiche o aziende che decidono di finanziare il progetto. Dogecoin, nato praticamente per gioco da parte di due programmatori, nel 2013, ha conquistato la simpatia di tantissimi, anche personalità molto famose e legate a questo contesto che nello scorso decennio aveva da poco “scoperto” Bitcoin, la “progenitrice” di tutte le criptovalute, di cui Dogecoin è una sorta di “parodia”, emulandone anche il funzionamento della propria blockchain.

Tutte queste attenzioni hanno, nel giro di qualche anno, garantito un aumento di valore dopo un lungo periodo di “calma piatta”: il picco di valore si è registrato lo scorso maggio, dove i token di Dogecoin, chiamati DOGE, hanno conquistato un valore superiore a 60 centesimi di dollaro, quindi un aumento di quasi il 15.000,00 % rispetto a quello iniziale, nel 2013. Questo significa che chi ha acquistato una quantità di token ai tempi si è praticamente arricchito semplicemente aspettando. Attualmente Dogecoin è considerato in “calo” e non così all’avanguardia, e non è ancora chiaro il futuro della criptovaluta in questione quale sarà (il valore di un token DOGE è 0,0829 dollari statunitensi.

dogecoin 2 domani