Ecco come guadagnare con un terreno abbandonato: la guida

Un terreno abbandonato può essere rivalutato con successo anche da un “semplice” cittadino, a fronte di un investimento moderato? L’attuale contesto sociale/economico fa propendere per un si come risposta anche se vanno valutati numerosi fattori che possono “compromettere” la buona riuscita di un determinato investimento. Perchè è il momento giusto per “puntare” sulla rivalutazione di un territorio?

Ecco come guadagnare con un terreno abbandonato: la guida

Sostanzialmente perchè il mercato mette a disposizione numerose opportunità. Anche se un terreno abbandonato può indiscutibilmente rivelarsi “un pacco”, è possibile ambire ad un guadagno nel medio-lungo periodo anche di un certo livello. E’ essenziale prima di tutto individuare uno che può risultare compatibile alle nostre possibilità ed a cosa vogliamo farci. Le possibilità sono sostanzialmente 3: adibire il terreno alla coltivazione, convertirlo per farne una zona di allevamento, anche di piccoli animali come le lumache (particolarmente ambite in ambito gastronomico ma anche in quello cosmetico) o apicoltura, oppure per sviluppare un campo sportivo (calcetto e padel, sono due esempi). E’ essenziale far  “controllare” le possibilità di un terreno da qualche esperto, come un agronomo.

E’ necessario acquistare un terreno per poterlo utilizzare? Non necessariamente: è possibile ottenerlo attraverso una donazione da parte del precedente proprietario, oppure un prezzo particolarmente vantaggioso. Possiamo comunque utilizzare un terreno anche se non ci appartiene attraverso l’usufrutto, ossia in pratica ottenere il diritto di utilizzo e di guadagnare da un territorio pur non essendone proprietari (rappresenta il diritto del soggetto (usufruttuario) di godere e disporre della cosa altrui traendo da essa tutte le utilità che possono derivarne).

Esiste anche la possibilità di utilizzare, dietro permesso da parte del comune, un terreno non reclamato da nessuno, a titolo gratuito, e dopo un lasso di tempo compreso tra i 10 ed i 20 anni, attraverso l’usucapione.

E’ altresì consigliabile valutare con molta attenzione ogni possibilità, senza voler necessariamente ambire ad un guadagno immediato, ricordando che si parla di un investimento.

terreno