Come diventare proprietari di un terreno abbandonato? La guida

Anche se molti non se ne rendono conto, le possibilità di investimento sono realmente “sotto gli occhi”, anche se in pochi riescono a cogliere “al volo” le opportunità che il contesto normalmente mette a disposizione. Un terreno abbandonato rappresenta una possibilità che può essere “colta” anche se non si è disposti a pagare il precedente proprietario, e che il sistema legale italiano permette, con diverse modalità.

Come diventare proprietari di un terreno abbandonato? La guida

Come si diventa proprietari di un terreno abbandonato? In primis è importante trovare uno che si adatti alle nostre volontà di investimento. Una volta individuato il terreno che può interessarci, conviene contattare immediatamente il comune di appartenenza e un notaio: un terreno può essere acquisito sostanzialmente attraverso due tipologie:

  • a titolo derivativo  – Ossia quando il terreno è effettivamente proprietà di qualcuno
  • a titolo originario – Che definisce il passaggio della proprietà tramite un “trasferimento”, se il terreno non è reclamato da nessuno.

Nel primo caso rientrano le varie tipologie come la compravendita, ossia la vendita tradizionale, che conferisce i diritti totali dal precedente al nuovo proprietario, la donazione, che non prevede la cessione a titolo gratuito (anche se è necessaria la presenza di un notaio e di almeno 2 testimoni) o attraverso il testamento, che conferisce il passaggio del diritto di proprietà al termine della vita del proprietario.

Esiste poi il concetto di usucapione, regolarizzato dalCodice civile, rubricato come “Usucapione dei beni immobili e dei diritti reali immobiliari”. Sostanzialmente ciò permette al richiedente di acquisire il diritto di utilizzo di un territorio dimostrando al Tribunale ordinario di competenza di averlo utilizzato proficuamente ed in modo “trasparente” nel caso appartenga ancora ufficialmente a qualcuno, ma anche se risulta effettivamente non reclamato. In genere i termini temporali sono tra i 10 ed i 20 anni, a seconda del tipo di terreno in questione (anche in questo caso conviene consultare un notaio).

terreno abbandonato ricchi