conto truffa

Conto corrente, ecco come difendersi dalle truffe: “attenzione”

Il Conto Corrente non è più uno strumento “esclusivo” ad una nicchia relativamente ristretta di persone, ma può essere ottenuto con discreta facilità anche da parte del “cittadino comune”. Questo strumento presenta le tipiche potenzialità di uno strumento relativo alla gestione del denaro, oltre a presentare delle peculiarità che solitamente mancano ad altre forme, come ad esempio i libretti di risparmio/postali oppure le carte prepagate. Oltre a fornire un IBAN per la ricezione e l’invio di bonifici, e tutto il corredo relativo alla gestione del denaro, prelievo di contante e simili, vi è la possibilità di utilizzare ad esempio gli assegni. Con la digitalizzazione sempre più marcata da parte delle banche, è oramai possibile gestire il proprio conto attraverso l’app ufficiale dell’istituto bancario, anche se il numero di truffe è sempre più alto. Come difendersi?

Conto corrente, ecco come difendersi dalle truffe: “attenzione”

Sostanzialmente, stando seempre “all’erta”, perchè i truffatori solitamente sfruttano i circuiti più conosciuti di comunicazioni: email, SMS e altri messaggi che assumono le sembianze di comunicazioni ufficiali sotto forma di avvisi fasulli per condurre la vittima ad inserire i propri dati in portali che a loro volta “fanno finta” di essere quelli ufficiali degli istituti di credito.

Tutte le banche operanti nel nostro paese da tempo infatti hanno avviato delle “campagne informative” per esortare la clientela a non abboccare a qualsiasi tipo di messaggio che reca l’intesetazione di una banca, sopratutto se molto famosa. Idem per quanto riguarda i servizi dei Call Center, che sono anche in questi casi sempre non autentici: tutte le banche moderne oramai utilizzano mezzi di comunicazione integrati nell’applicazione e non fanno uso di sms, email o telefonate. E’ opportuno quindi eliminare immediatamente qualsiasi forma di messaggio, sopratutto se presenta un contenuto allarmista (problemi sul conto, eventuali accrediti da verificare…), che spesso iniziano con un generico Gentile Cliente.

Un utente consapevole dei rischi è un utente al riparo delle truffe.

conto truffa