terreno abbandonato

Arricchirsi con un terreno abbandonato è possibile: ecco come

Il nostro paese, come tantissimi altri, stanno affrontando da decenni vari problemi, uno su tutti quello della deurbanizzazione, chiamata spesso anche più comunemente spopolazione: i cambiamenti sociali, in alcuni casi anche climatici ed economici infatti portano frangie della popolazione a “cercare fortuna” presso altri lidi e gli effetti sono vari. Un terreno abbandonato non fa più particolare notizia, anche se sono sopratutto i giovani, che spinti dalle già citate condizioni di crisi, a voler valorizzare terreni un tempo anche floridi ma oramai inutilizzati e quindi almeno in apparenza, non più proficui. Ma è possibile arricchirsi con un terreno abbandonato?

Arricchirsi con un terreno abbandonato è possibile: ecco come

Sicuramente si, anche se vanno presi in esame vari fattori: la nostra volontà e “capacità” (sia intesa dal punto di vista economico che nelle abilità effettive) ma anche le proprietà e la locazione del terreno in questione. Non necessariamente è opportuno provare a ripristinare il precedente utilizzo, ma conviene in molti casi “guardare oltre” magari optando per delle nicchie di mercato, come coltivazioni e allevamenti specifici, che “sfuggono” alle grandi produzioni.

La produzione di miele, coltivazione di piante e frutti “esotici” ma molto in voga (aloe vera, bacche di goji, lavanda, zafferano e simili) possono effettivaamente portare a guadagni anche sostanziosi, a patto di sfruttare la massimo il terreno, magari analizzandolo preventivamente sia dal punto di vista della locazione, sia da quello delle capacità del terreno (in tal senso il ruolo dell’agronomo è molto importante).

Prima di fare qualsiasi cosa è comunque opportuno “prendere possesso” del terreno o comunque acquisirne la proprietà dal punto di vista dell’utilizzo: è possibile sfruttare un terreno senza comprarlo attraverso l’usufrutto, oppure tramite la tradizionale compravendita, oppure con l’usucapione, che rende possibile ottenere il “possesso” di un terreno abbandonato non reclamato da nessuno dopo 10 anni.

Le possibilità esistono, ma bisogna essere pazienti e “furbi” nel comprendere su quale ambito investire.

terreno abbandonato