conto corrente conti chiuso

“Non ho chiuso il conto corrente”, qual è il rischio? “Attenzione”

Oggi aprire e gestire un conto corrente rappresenta un’operazione estremamente più semplice, immediata ed intuitiva rispetto al passato: nuove tecnologie come  gli smartphone ma anche a seguito di politiche da parte dei governi e delle stesse banche che hanno indubbiamente favorito una nuova diffusione. Il conto corrente rappresenta uno degli strumenti economici e finanziari più importanti in assoluto. Cosa succede se un conto corrente non viene chiuso?

“Non ho chiuso il conto corrente”, qual è il rischio? “Attenzione”

E’ bene prima di tutto ricordare che un conto corrente da qualche anno non presenta costi di chiusura e può essere richiesto in qualsiasi momento: come specificato attraverso il decreto Bersani 223/2006 sulla libera concorrenza non permette alle banche di sviluppare commissioni di nessun tipo relative alla chiusura dei conti correnti. Solo quelle relative alla gestione del conto, come i canoni possono essere richiesti da parte della banca. Quest’ultima deve provvedere alla chiusura se richiesta entro un lasso di tempo di 12 giorni, altrimenti dovrà pagare delle sanzioni anche molto salate, fino a 64555 euro.

Come abbiamo già osservato per i libretti postali, anche i conti non movimentati per oltre 10 anni con un saldo minimo di 100 euro (definiti dormienti) sono soggetti a chiusura, dietro comunicazione da parte dell’istituto di credito da parte della banca verso il correntista.

Finchè un conto è attivo sono previsti i normali costi di gestione come l’imposta di bollo e le varie spese di tenuta conto che restano applicabili fino alla completa chiusura dello stesso.

La banca non può applicare ulteriori spese se il conto non viene movimentato da più di un anno e se presenta un saldo (positivo) uguale o minore di 258,23 euro. Ovviamente come facilmente intuibile un conto non può essere chiuso se prima non vengono risolte le possibili adempienze come il saldo negativo, oppure se il conto risulta “bloccato” per qualsiasi motivazione.

conto corrente conti chiuso