terreno abbandonato

Ecco come arricchirsi con un terreno abbandonato: “pazzesco”

Un terreno abbandonato non è certamente “sintomo” di una condizione economica florida del posto, anche se nel corso della storia umana anche imprese e società fiorenti hanno dovuto in alcuni specifici momenti storici “tagliare” i costi. Ciò è stato ancora più evidente sopratutto in momenti contraddistinti da tematiche e crisi come la pandemia. Un territorio abbandonato può essere “riconvertito” a nuovo (o vecchio) utilizzo, così da ottenere un nuovo guadagno?

Come fare?

La risposta può essere indubbiamente affermativa, anche se come facilmente intuibile, non tutti i terreni abbandonati sono “convenienti” per essere rivalutati. Vanno tenuti in considerazione vari parametri e fattori, a partire da quelli puramente logisitici (banalmente, dove si trova il terreno e come è “collegato”) a quelli più squisitamente legati a ciò che intendiamo fare.
Quando si pensa ad un terreno possono venire in mente imprese, società, ma anche coltivazioni ed allevamenti, così come campi sportivi.

E’ essenziale non seguire esclusivamente la propria volontà ma sfruttare un terreno in base alla possibilità che può dare.

Ecco come arricchirsi con un terreno abbandonato: “pazzesco”

Praticamente ogni zona del paese presenta una discreta quantità di terreni abbandonati. Generalmente quelli più distanti dai centri urbani sono più “compatbili” per un utilizzo agricolo, quelli più “cittadini” si prestano meglio ad utilizzo sportivo,  ad esempio convertendoli a campi da calcetto, tennis e padel.

Nell’ambito della coltivazione conviene sfruttare le tendenze: tipologie di prodotti che da qualche anno sono ritornati di moda grazie al “boom” dei prodotti bio hanno sicuramente condizionato il mercato e fornito opportunita anche ai piccoli coltivatori.

Un terreno può essere acquistato, magari strappando un prezzo favorevole se si trova in condizioni non così buone. In alcuni casi è anche possibile ottenerlo a titolo gratuito tramite donazione. E’ sempre consigliabile rivolgersi direttamente al comune se il terreno non sembra essere di proprietà di nessuno: attraverso l’usucapione è possibile acquisirne la proprietà dopo 10 anni di utilizzo non reclamato.

terreno abbandonato