prelievi bloccati prelievo bancomat

Bancomat, fai sempre così prima di un prelievo: ecco perché

La diffusione del circuito Bancomat, iniziata oramai 40 anni fa è stata così capillare ed incidente da essere associata ad azioni oggi divenute parte della quotidianità come prelevare contanti attraverso gli sportelli telematici ATM. solitamente presenti a ridosso o all’interno delle banche. “Fare un bancomat”, termine utilizzato da oramai molti anni nella maggior parte dei casi proprio per fare riferimento a quest’azione. Effettuare un prelievo è qualcosa di oramai molto naturale ma che potrebbe nascondere delle insidie: vediamo perchè.

Bancomat, fai sempre così prima di un prelievo: ecco perché

Abbiamo recentemente affrontato la tematica sempre attuale dei limiti sui contanti, prelievi inclusi, ma è ancora più “pericoloso” il rischio legato al furto dei dati personali. Come molti già sono al corrente, i malintenzionati sviluppano “strategie” sempre più efficaci, alcune molto ingegnose e tecnologicamente avanzate, altre basate sul tempismo. In genere questi individui mirano ad ottenere fisicamente il bancomat o anche solo le informazioni presenti sulla tessera, oltre al PIN, solitamente di 5 cifre, strumento indispensabile per avere il “via libera” per ogni operazione.

Con una frequenza tutt’altro che trascurabile infatti i malintenzionati spesso manomettono varie parti dell’ATM così da bloccare sia la tessera in uscita, che resta così bloccata al suo interno per essere recuperata successivamente, idem per quanto riguarda i contanti. Questa tecnica in particolare è conosciuta con il termine di “trapping” ossia l’ostruzione della fessura dello sportello da con l’ausilio di finta maglia. E’ importante controllare con accuratezza eventuali manomissioni anche in relazione alla tastiera e nei pressi dello schermo che possono presentare delle minuscole telecamere sistemate per “rubare” il codice PIN al momento della digitazione. Bisogna anche tenere d’occhio la presenza eventuale di persone che sembrano quasi attendere qualcuno che utilizzi l’ATM: tecniche come il lebanese loop oppure il shoulder surfing (ossia l’azione di piazzarsi alle spalle per “rubare” il PIN) sono sempre molto attuali.

bancomat sportelli prelievi bancomat prelievolimite