Conto corrente online truffa

Attenzione a questi movimenti sul conto corrente: ecco il rischio

Rispetto a pochi decenni fa diventare titolari di un conto corrente oggi risulta essere estremamente facile ed anche conveniente sotto molti punti di vista: con l’affermazione delle banche online e con la digitalizzazione di quelle storiche, avere a disposizione uno strumento di risparmio (ma non solo) risulta essere alla portata di tutti o quasi. Com’è noto il conto corrente è una delle forme di strumenti economici più importanti in assoluto, in quanto permette di effettuare e ricevere bonifici bancari, emettere assegni e fare in generale uso di denaro elettronico. Dalla digitalizzazione diffusa i governi e le banche hanno da sempre favorito l’utilizzo della moneta elettronica e quindi anche dei conti corrente: tuttavia alcune tipologie di “movimenti” possono far scattare controlli e quindi sviluppare problemi.

Attenzione a questi movimenti sul conto corrente: ecco il rischio

Con una sempre maggiore tendenza a limitare l’uso del contante, come abbiamo già fatto notare più volte, sono aumentati i controlli sui conti corrente quando alcune particolari situazioni tendono a manifestarsi, e che potrebbero essere sintomo di attività illecite ed irregolari. Rispetto al denaro liquido infatti quello elettronico è molto più facilmente tracciabile anche se inevitabilmente non è impossibile eludere controlli (anche perchè non esiste un sistema autonomo di sicurezza valido al 100%)

Sono ad esempio i grossi spostamenti di denaro non specificamente motivati dietro la causale, oppure entrate che non risultano dichiarate presso l’agenzia delle entrate. Gran parte dei redditi ed entrate in generale va confermato presso quest’ultimo ente così da sviluppare un’opportuna tassazione (non vanno invece dichiarate altre entrate come i rimborsi spese e le vincite delle scommesse). Ciò che interessa maggiormente a qualsiasi tipo di esecutivo è di limitare i grossi spostamenti di denaro, sopratutto se arrivano da conti esteri, magari da zone considerabili “extra europee”. Tendenzialmente bonifici superiori a 10-15 mila euro finiscono “sotto la lente di ingrandimento” con molta facilità.

conto corrente