truffa postepay estero clonato

Postepay, attenzione se la usate all’estero: ecco tutte le limitazioni

Postepay è una delle carte prepagate più diffuse nel nostro paese, avendo trovato grande popolarità e apprezzamenti a partire dal 2003, avendo a che fare con un contesto storico inizialmente molto più favorevole in termini di concorrenza rispetto a quello odierno, molto più denso di carte prepagate analoghe. Tuttavia la società controllata da Poste Italiane ha saputo restare “al passo coi tempi” migliorando i propri servizi, rendendo questi molto simili a quelli offerti dalle carte conto.

Postepay, attenzione se la usate all’estero: ecco tutte le limitazioni

Tra i principali vantaggi di Postepay vi è sicuramente una semplicità di utilizzo e una certa flessibilità: ha permesso ad una folta schiera di italiani di avere accesso agli acquisti online in un contesto storico che a lungo ha precluso questo tipo di servizi per la massa. Visto che utilizza circuiti come Mastercard e Visa, risulta perfettamente compatibile anche se utilizzata al di fuori del contesto italiano, sia nell’ambito degli acquisti online, ma anche in quello “fisico”.

Le varie tipologie di Postepay sono effettivamente utilizzabili sia per prelevare che per pagare nei paesi esteri, ma esistono alcune limitazioni, sopratutto legate ai costi di commissione.

E’ possibile infatti prelevare presso qualsiasi sportello ATM che risulti compatibile con il circuito Visa/Mastercard hanno un costo fisso di €1,75 per la versione Standard e €2,00 per la Evolution  per i paesi che fanno parte della Zona euro, mentre I pagamenti con POS e online sono gratuiti esattamente come in Italia. Il discorso cambia se ci troviamo in un paese al di fuori della Zona Euro: i prelievi sono comunque possibili presso gli ATM ma ad un costo di 5 €, a cui occorre aggiungere una commissione dell’1,1% sull’importo del prelievo. Ciò significa che se preleviamo 100 euro, dobbiamo considerare 5 euro di commissione e 1,10 euro relativo alla quantità dell’importo prelevato.

E’ bene ricordare che quando ci troviamo in paesi Extra Euro, la commissione dell’1,1 % si applica anche agli acquisti tramite POS se non in euro.

truffa postepay estero