truffa postepay estero clonato

PostePay, attenzione alla truffa svuota-conto: ecco come difendersi

Chiunque sia a conoscenza della struttura dei pagamenti digitali, è ben consapevole che le diverse tipologie di truffa hanno maggiore tendenza a “sfruttare” i prodotti di maggior successo e solitamente anche quelli più affidabili. Postepay da anni “paga dazio” da questo punto di vista, perchè è stata una delle prime realtà che hanno avuto un peso importante per portare l’idea stessa del pagamento elettronico alla portata di tutti. Ciò è testimoniato dai fatti: ad oggi oltre il 30 % degli acquisti online effettuati nel nostro paese sfrutta proprio una delle svariate tipologie di Postepay, che dal 2018 sono organizzate in modo non più diretto da Poste Italiane ma da una società apposita (Postepay SpA), che gestisce anche il servizio di telefonia mobile PosteMobile.

PostePay, attenzione alla truffa svuota-conto: ecco come difendersi

Anche se le carte Postepay hanno alcuni anni fa ricevuto un importante aggiornamento in fase di acquisti, che impedisce di fatto gli acquisti online senza una conferma tramite notifica sms o app ufficiale, le truffe non hanno smesso di essere sviluppate e diffondersi, sfruttando stavolta la già molto conosciuta tecnica del phishing, ossia quella che simula una comunicazione ufficiale da parte del gestore per estorcere e rubare dati delle vittime.

Una delle più recenti sfrutta proprio la nomea di PostePay arriva tramite Email oppure Sms e dal tono del messaggio sembra una comunicazione ufficiale. Un esempio è costituito dal testo che segue.

Egregio cliente di Poste Italiane, Siamo spiacenti di informarla che abbiamo deciso di sospendere le sue operazioni sul sito delle Poste visto che lei ha ignorato le precedente richiesta di confermare la sua identità.

Per poter riutilizzare la sua carta Postepay / Conto Bancoposta, si prega di confermare immediatamente le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione. La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro sito nella sezione dedicata alle verifiche. Ci dispiace per il disagio arrecato! Servizio Assistenza di Poste Italiane.

Al di sotto è sempre presente un link che conduce ad un indirizzo “maligno” in quanto mira a “prendere possesso” dei nostri dati. Postepay e Poste Italiane da molti anni hanno consigliato alla propria clientela di stare in guardia, anche perchè inserire i propri dati in un sito non ufficiale (a volte alcuni “simulano” l’aspetto ma sono facilmente riconoscibili per errori grammaticali ed altri dettagli) molto probabilmente compromette i nostri dati ed eventualmente contribuisce al furto di informazioni e denaro associati al conto.

Questi messaggi vanno cestinati immediatamente, non vanno “risposti” e non è mai il caso di dar retta a questa forma di comunicazioni visto che eventuali problemi legati al conto non sono comunicati in questa maniera da parte di PostePay.

truffa postepay