Se trovi Antonello da Messina sulle 5000 Lire sei ricco: ecco quanto valgono oggi

La banconota da 5000 lire con Antonello da Messina è stata stampata dalla Banca d’Italia nel 1979, 1980,1982 e nel 1989. La sua entrata in circolazione risale al 16 luglio del 1979 e finisce fuori corso il primo marzo del 1989. Per raffigurare l’effigie del famoso pittore siciliano del ‘400 fu scelto il dipinto chiamato “Ritratto d’uomo” conservato oggi alla National Gallery di Londra.

Il valore delle banconote

Sulle banconote troviamo la firma del Governatore della Banca d’Italia e del Cassiere che appaiono diversi in base all’anno di stampa. Possiamo trovare, infatti, l’accoppiata di firme Bassi e Stevani oppure Ciampi e Stevani. Per quanto riguarda, invece, il valore di mercato bisogna controllare due fattori: lo stato di conservazione della banconota e il numero di serie che troviamo sul retro.

Sono queste le caratteristiche che i collezionisti sono soliti valutare come metro di giudizio sia per le banconote che per le monete. Più una banconota è ben conservata e maggiore sarà il suo prezzo di vendita sul mercato. Se una banconota non rientra fra i numeri di serie ricercati dai collezionisti, il suo prezzo sarà basso e non ci potremmo arricchire!

Quando una banconota da 5000 lire con Antonello da Messina presenta uno stato di conservazione cosiddetto “A fior di stampa”, ossia come se fosse appena uscita dalla stampa, allora il suo valore raggiunge il massimo. Più la banconota è in cattivo stato, sdrucita, piegata o spezzettata e più cala il prezzo di vendita della stessa.

Aggiungendo il numero di serie ricercato allo stato di conservazione “A fior di stampa” il valore della banconota raggiunge il suo culmine massimo. La prima serie è la più ambita assieme alle cosiddette serie sostitutive. Le serie sostitutive sono quelle serie di banconote che sono state stampate per sostituire i pezzi difettosi. Andando a sostituire quelle stampate vengono prodotte a tiratura limitata e di conseguenza acquistano valore.

Quanto valgono le banconote da 5000 lire di Antonello da Messina

Per conoscere valore effettivo delle banconote da 5000 lire di Antonello da Messina dobbiamo osservare, come già detto, lo stato di conservazione e la serie. Considerando lo stato di conservazione “A fior di stampa” le banconote della prima serie che presentano le prime due lettere iniziali “AA” e terminano con un’altra “A” possono raggiungere la cifra totale di 300 euro.

Le banconote sostitutive si riconoscono per il numero di serie che comincia con le lettere “XA”.  La lettera finale è quella che determina il prezzo assieme alla solita caratteristica dello stato di conservazione. Ipotizzando che la nostra banconota sia “A fior di stampa” la possiamo vendere a questi prezzi:

  • serie “XA” che termina con la lettera A vale fino a 1400 euro;
  • lettera finale “B” vale fino a 1600 euro;
  • lettere finali “C” e “D” valgono fino a 1300 euro.

Le banconote sono comunque preziose anche se non sono perfette e se appartengono alla prima o alla serie sostitutiva possono essere vendute fino a un massimo di 100 euro a pezzo. Se non fanno parte della prima serie o della sostitutiva valgono sempre “A fior di stampa” fino a 30 euro, in condizioni accettabile massimo 10 euro.