Se hai le 2000 Lire con Guglielmo Marconi diventi ricco: ecco quanto valgono

Si può diventare ricchi con una banconota vecchia? Sì, se tra le mani hai le 2000 Lire con Guglielmo Marconi. Poco prima dell’avvento dell’euro, la banconota di 2000 lire con Guglielmo Marconi è stata stampata soltanto dal 1990 al 1992, ma ha circolato fino al 2002, l’anno in cui la lira è stata sostituita dall’euro. Tra tutte le banconote, le 2000 lire erano tra le più particolari, grazie al loro taglio di carta del vecchio conio con due sole versioni: la prima con Galileo Galilei, realizzata dal 1973 al 1983, e l’altra con Guglielmo Marconi.

Ma chi è questo volto e perché la sua banconota vale tanto? Politico, intellettuale e vincitore del Premio Nobel nel 1909, Guglielmo Marconi era un inventore che ha perfezionato il funzionamento della radio e del radiotelegrafo, con un sistema di telecomunicazione a distanza via onde radio. La sua banconota ha un valore particolare, partendo già dalla sua istituzione; rispetto ad altre banconote, infatti, esistono pochissime variazioni della stessa. E le 2000 lire non sono neanche le prime banconote su cui viene rappresentato l’inventore italiano: Guglielmo Marconi, infatti, era già nella moneta da 100 Lire del 1974.

Quanto valgono le 2000 lire con Guglielmo Marconi?

Essere in possesso di 2000 lire con Guglielmo Marconi potrebbe essere una grande fortuna, ancora oggi. È importante però, per comprendere il valore della banconota, valutare alcuni elementi che definiscono il valore esatto della banconota. In particolare, i due criteri iniziali di valutazione sono lo stato di conservazione della banconota e il numero di serie.

Con stato di conservazione ci riferiamo alle condizioni attuali della banconota. Molte 2000 lire sono tagliate, scarabocchiate o piegate e il loro stato non è dei migliori. Se, invece, sei in possesso di 2000 lire con Gugliemo Marconi intatta e nuova, hai tra le mani un “Fior di Stampa”, come viene definita. L’altro fattore di valutazione è invece il numero di serie, che possono essere: prima serie, seriali particolari, serie sostitutive o altre seriali.

Il mercato collezionistico conserva, ad esempio, con maggiore premura le seriali particolari: sono quelle che presentano sulla banconota il numero 1, oppure numeri tutti uguali o sequenziali. Esemplari di 2000 lire con Gugliemo Marconi, in Fior di Stampa, con serie particolari, posso valere tra i 50€ ed i 200€. Intorno ai 200€ troviamo le banconote con tutti i numeri uguali. Il vero affare si fa con i numeri 1 (quindi per le banconote che riportano il numero 000001). Il suo valore, infatti,  in Fior di Stampa potrebbe arrivare addirittura fino a 400€. Delle prime serie o sostitutive, le banconote possono valere tra 1€ ed i 35€, sebbene solo le banconote in Fior di Stampa arrivano al valore massimo di 30/35€.