banca errore

“Questa banca potrebbe fallire!”: pazzesco, ecco quale

Come sappiamo la guerra in Ucraina ha portato alcuni prezzi a rialzarsi e alcune problematiche anche a livello bancario, soprattutto per qualche banca specifica.

Ad esempio alcune banche stanno perdendo quotazione in borsa e quindi gli investitori ci stanno proprio alla larga.

Le azioni delle banche ai tempi della Guerra in Ucraina

I titoli europei in borsa non stanno messi proprio male, anzi. Ecco alcune banche che hanno aumentato, anche se di poco le loro azioni.

Le azioni di  Bper Banca  e Unicredit salgono a +4. Anche se quest’ultima ha considerato un uscita dalla Russia. In Russia, prima dell’inizio del conflitto. Si valutano le conseguenze, ma per ora ancora niente. La banca intende sostenere i dipendenti e le imprese europee che vogliono uscire dal Paese. La perdita massima per la banca nel peggiore scenario sarebbe di circa 7,5 miliardi di euro. 

banca errore

Invece l’attività di Intesa San Paolo anche è molto intensa nel Paese;  gestisce più della metà delle operazioni commerciali con l’Italia, realizza la maggior parte delle operazioni di investimenti italiani in Russia e viceversa ed è un investitore in molti progetti russi.

Il gruppo ad oggi è abbastanza in crisi, ma si scongiurano ulteriori problemi. Per questo l’ipotesi di fallimento per ora è lontana.

Quale banca potrebbe fallire? ecco le azioni su cui puntare e quelle vietate

Anche se alcune banche sono in crisi in Europa, resta sempre il primato in Italia, dove le azioni sono al massimo ed è possibile investire senza problemi, ecco quali sono:

  • Intesa Sanpaolo: attualmente ha azioni pari a 2,09€. Una delle più importanti banche italiane ed europee, ha il primato della capitalizzazione di mercato e possiede il maggior numero di filiali in Italia.
  • Unicredit: presenta azioni pari a 9,07€. Al secondo posto solo dopo Intesa Sanpaolo, che può contare su 26 milioni di clienti circa e filiali in 40 paesi in tutto il mondo.
  • Fineco Bank: azioni quotate a 14,28 €, ottima banca tecnologica e innovativa.
  • UBI Banca, azioni attuali apri a 3,59€, non male per un istituto bancario piccolo.
  • Banco BPM, istituto di piccole dimensioni, molto apprezzato nel Nord Italia e che presenta tante piccole o micro sedi in molteplici comuni su tutto il territorio nazionale.
  • BPER, azioni per 1,62€, una grande banca nazionale italiana, presente in ben 18 regioni con 816 filiali.
  • Mediobanca, azioni 9,36€, istituto milanese molto conosciuto per l’erogazione di prestiti personali attraverso Compass.

Come vedi attualmente ci sono molte banche su cui può essere conveniente investire. Vediamo tutti i vantaggi di investire su azioni bancarie.

  • Non paghi tasse  fino a che non venderai il prodotto.
  • Maggiore diversificazione, sia per quanto riguarda il numero di titoli che per i paesi rappresentati, puoi investire in tutta Europa.
  • Rendimento da dividendo intorno al 3% l’anno per le banche europee, intorno a 6% per le banche italiane.
  • Costi di gestione ridotti

In Italia, per questo motivo, la situazione è molto florida. Bisogna sicuramente fare molta attenzione alle banche estere per le quali spesso è anche complicato sia aprire un conto corrente sia mantenerlo per via delle tasse.

Come comprare azioni bancarie: ecco i siti

Per cominciare ad investire, meglio partire da un budget ridotto. In Italia, le migliori piattaforme per poter comprare azioni bancarie sono Avatrade e XTB, dove puoi aprire un conto gratuito e in modo facile e veloce.