prelievi bancomat prelevare

Cosa sta succedendo ai Bancomat? La risposta sconvolge tutti

Il Bancomat, inteso come sistema di pagamento elettronico e altre operazioni digitali ha fatto la propria comparsa negli anni 80: per molti anni ha rappresentato una delle prime possibilità di utilizzare una carta di pagamento, ed oggi si trova ad essere ancora una delle forme più diffuse di pagamento.

Nonostante la diffusione di carte di debito/prepagate infatti Bancomat SpA continua a differenziarsi e risulta molto conosciuta ed accettata in gran parte degli esercenti.

Cosa sta succedendo ai Bancomat? La risposta sconvolge tutti

Del resto l’intenzione da parte dell’esecutivo è quella di incentivare l’uso del bancomat (unito ad altri sistemi di pagamento elettronici) al posto del contante. Il Bonus Bancomat è un esempio, ed è stato concepito specificamente per aiutare gli esercenti a munirsi di POS di pagamento.

“Tiene banco” anche il discorso legato agli ATM, ossia gli sportelli automatici adibiti sopratutto al prelievo: in Italia, come nel resto d’Europa questi sono in diminuzione a causa di una minore diffusione delle filiali bancarie, principalmente perchè i costi di gestione sono eccessivamente alti, sopratutto per le banche più piccole.

La commissione interbancaria è il piccolo sovrapprezzo che viene pagato “in automatico” dal cliente quando si trova a prelevare presso sportelli bancomat non appartenenti alla propria banca, ed in Italia sono “fissi” a 49 centesimi di euro. Proprio Bancomat SpA, attraverso alcuni comunicati ufficiali, ha proposto l’intenzione di eliminare questa commissione fissa in favore di una “tariffa” decisa invece dalla singola banca, che dovrebbe avere un tetto massimo, secondo le voci, di 1,50 euro. La decisione è stata presa in considerazione dall’Antitrust e per la fine del mese dovrebbe pronunciarsi in merito.

Qualora venisse confermata, questa decisione potrebbe portare problematiche sopratutto alle banche più piccole e quelle online, che non hanno filiali fisiche, che in molti casi offrono 0 costi di commissione. E’ stata presa in considerazione anche l’idea di una app per geolocalizzare gli ATM con importi di commissione più bassi, ma si tratta per ora di un’idea.

prelievi bancomat