terreno abbandonato

Diventare ricchi con un terreno abbandonato, ecco la guida completa

Può tutt’ora capitare di leggere di persone che scelgono di investire volontariamente in terreni e porzioni di territorio un tempo agibili e remunerative, ma oramai completamente abbandonati: tentare di riqualificare un terreno abbandonato può essere un’eccellente idea a patto di avere bene in mente cosa si ha intenzione di fare.

Diventare ricchi con un terreno abbandonato, ecco la guida completa

La situazione economica “traballante” può effettivamente essere fonte di buoni affari: molti investitori sono disposti a cedere aree oramai non più remunerative a poco prezzo se non addirittura gratis, attraverso la donazione. Altri modi per prendere possesso legale di un terreno è tramite testamento oppure attraverso usucapione, che permette di diventare proprietari effettivi dopo 20 anni di utilizzo di un terreno non “richiesto” da eventuali precedenti proprietari. E’ possibile inoltre ottenere un contratto di affitto o di usufrutto.

Una volta ottenuto il diritto parziale o totale di utilizzare una porzione di terra abbandonata, si può valutare ogni sorta di possibilità, ricordando di seguire anche le tendenze. Negli ultimi decenni infatti alcune tipologie di allevamenti e coltivazioni sono particolarmente remunerative e non richiedono uno spazio eccessivo come un allevamento di lumache, che non necessita di tipologie di terreno particolare ma può portare guadagni essendo questi animali utilizzati sia dal punto di vista alimentare ma anche nel mondo dei cosmetici (la caratteristica “bava” è infatti utilizzata per creme e altri rimedi di bellezza).

E’ necessario un investimento maggiore ma più tempo se scegliamo di coltivare il ginseng, una pianta tradizionale dell’Asia: queste piante infatti richiedono alcuni anni per crescere anche se possono essere venduti molti prima le radici ed i semi.

Negli ultimi anni ha preso particolarmente piede l’apicoltura indipendente, che sfrutta porzioni di terreno per creare miele biologico: il terreno ideale per le arnie risulta essere non troppo ventilato e abbastanza ricco di fiori.

Particolarmente remunerativa anche la fattoria didattica, che, sopratutto se fuori città permette anche di incrementare il fattore turismo.

terreno abbandonato