Diventare ricchi con un terreno abbandonato è possibile: ecco come

Come abbiamo già affrontato di recente attraverso l’analisi delle case a 1 euro, non necessariamente un immobile o un terreno risulta essere “automaticamente” remunerativo come può sembrare. Non è un caso infatti che sempre più terreni nel nostro paese risultino abbandonati con sempre maggior frequenza, a causa dello spopolamento, delle aziende che abbandonano determinati luoghi e così via.

Tuttavia spesso sono proprio i contesti di crisi a favorire un’eventuale rivalutazione di un pezzo di terra, magari arrivando a sfruttare il territorio in maniera differente rispetto al passato.

Diventare ricchi con un terreno abbandonato è possibile: ecco come

E’ essenziale ovviamente prendere possesso del sopracitato pezzo di terra: solitamente in luoghi abbandonati e non curati da tempo è possibile fare una richiesta direttamente al compratore che nella maggior parte dei casi risulta essere molto vantaggioso. Si può inoltre fare ricorso all’usucapione, ossia la possibilità di ottenere di diritto la proprietà di un territorio dopo 20 anni se, in questo lasso di tempo, nessuno ne abbia rivendicato la proprietà.

Un terreno può essere venduto, donato oppure trovarsi come “bene” in un testamento, ma si può anche ottenere tramite l’usufrutto (la condizione in cui un soggetto (usufruttuario) di godere di un bene di proprietà di un altro soggetto (nudo proprietario) e di raccoglierne i frutti, ma con l’obbligo di rispettarne la destinazione economica) oppure tramite affitto.

Indifferentemente dalla zona è possibile investire le proprie risorse sul terreno adibendolo a campo sportivo: calcio, calcetto, padel, tennis, pista da ciclocross, tutte tipologie di discipline remunerative ma che ovviamente richiedono un’investimento iniziale ma che possono ripagare.

Particolarmente di tendenza convertire il proprio terreno per farne una fattoria didattica, particolarmente in voga nell’ultimo decennio: questa permette di far conoscere ai più piccoli la realtà della vita in fattoria, stabilendo una piccola azienda agricola con animali da cortile.

Ancora più sviluppi e soddisfazioni può dare un terreno adatto alla coltivazione oppure all’allevamento, come ginseng, funghi, aloe vera e simili.

terreno abbandonato