banconote banconota euro contanti pagare

“Non utilizzare queste banconote!”: incredibile, ecco il motivo

L’euro è diventata la valuta principale, nonchè quella più utilizzata in tutta Europa dal 2002, anno in cui la maggior parte dei paesi del continente ha ufficialmente iniziato ad adottare la valuta comunitaria, che ha preso il posto di quelle già esistenti, come la lira, il franco francese, il marco tedesco e la peseta spagnola.

Dal punto di vista collezionistico, se le nuove monete hanno fatto la gioia di dei collezionisti, lo stesso non si può dire per le banconote, che al netto di piccoli dettagli, che sono sostanzialmente le stesse per tutti i paesi utilizzatori.

“Non utilizzare queste banconote!”: incredibile, ecco il motivo

Tuttavia esemplari di esemplari interessanti ce ne sono eccome, anche se non sempre è così visibile: un esempio è dato da errori di stampa più o meno evidenti che rendono un particolare esemplare particolarmente raro e quindi molto più interessate dal punto di vista collezionistico.

Anche il seriale può aiutare nella comprensione di una rarità più o meno importante: esistono le banconote radar, ossia quelle che hanno la prima parte di seriale “specchiato” rispetto alla seconda, le banconote consecutive, che hanno una serie di numeri per l’appunto consecutivi, e più generalmente quelle con poche cifre: una che presenta 1 sola cifra è infatti considerabile unica è può valere fino a 20 volte di più del proprio valore.

Ritornand sul discorso errori di stampa non è così impossibile notare anche una particolare tipologia di errore presente su alcuni esemplari da 50 euro: come tutte le altre forme di carta moneta infatti le 50 euro hanno il filo di sicurezza che attraversa l’intera banconota, che riporta impresso il valore stesso.

Alcuni esemplari di queste 50 euro riportano sul filo per errore la scritta 100 euro, e questo fa valere questi particolari esemplari da 5 a 10 volte più del valore nominale, quindi la valutazione, a seconda dello stato di conservazione può essere calcolata dai 250 ai 500 euro.