Problemi in tutta Italia per il digitale terrestre: ecco cosa fare per risolvere

Per la seconda volta in meno di 20 anni la popolazione italiana è “costretta” ad un nuovo aggiornamento tencologico che riguarda la televisione, in particolare il digitale terrestre, processo che migliora la qualità video, anche se questo ha compromesso la visione rendendo impossibile in alcuni casi vedere i canali in maniera abituale.

Nuova tv

Nei giorni che vanno dall’8 al 10 marzo 2022 infatti il nuovo step dello switch off che sposta i canali nazionali principali sull’alta definizione utilizzando la decodifica Mpeg4 H.264. Questo passaggio serve sia a migliorare la resa grafica, sia a “liberare” le frequenze tradizionali alle reti mobili di quinta generazione.

Questo processo, che non è ancora nella fase finale, ha portato ai canali HD delle emittenti principali ad “emigrare” sulla numerazione principale:

(Rai1, Rai2 e Rai3, Canale 5, Italia1 e Rete 4 e i canali Discovery  in alta definizione sono: Nove (tasto 9), Real Time (tasto 31), Food Network (tasto 33), Giallo (tasto 38), K2 (tasto 41), Frisbee (tasto 44), DMAX (tasto 52), Motor Trend (tasto 59).

Problemi in tutta Italia per il digitale terrestre: ecco cosa fare per risolvere

digitale-terrestre

Fino al 31 dicembre 2022 i “vecchi” canali non in alta definizione potranno essere comunque visti su numerazioni precedentemente adibite ai canali HD (i canali Rai tradizionali saranno disponibili su 104, 105, 106 e 120 oltre che ai canali 504, 505, 506 e 520 per quanto riguarda i canali Mediaset). Ciò significa che, almeno allo stato attuale, resta tutto l’anno per verificare la compatibilità della propria tv al nuovo standard.

Se i canali risultano impossibili da vedere è opportuna una sintonizzazione, ma qualora questo non basti, è possibile verificare se la propria televisione sia idonea provando a vedere i canali già disponibili in HD: ad esempio 501 per Rai 1 HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per La7 HD. Se almeno un canale HD sarà visibile, significa che il proprio televisore è in grado di supportare la codifica Mpeg-4. Se non si vedono, è necessario acquistare un nuovo TV oppure un decoder che supporti la decodifica Mpeg4 H.264, più semplicemente qualsiasi forma di decoder che presenti il logo Dvb T2.